Sei in Archivio

INIZIATIVA

Top 500: oggi la classifica aggiornata delle aziende del territorio

In omaggio con la Gazzetta, e arriverà anche agli abbonati

di Patrizia Ginepri -

21 febbraio 2017, 11:55

Una fotografia sul «come siamo» per capire come saremo. Dopo il grande successo della prima edizione nel 2016, torna oggi, allegato alla Gazzetta, l'inserto «Top 500-Le aziende di Parma», guida completa per capire lo stato di salute del sistema produttivo locale. Questo strumento di analisi, frutto di studi condotti dal Dipartimento di Economia dell'Università di Parma e PwC (PricewaterhouseCoopers), offre l'opportunità di riflettere e di approfondire dati significativi che permettono di comprendere come sta cambiando il territorio. I risultati della ricerca verranno presentati oggi pomeriggio (22 febbraio) alle 16,30 alla Sala Ipogea dell'Auditorium Paganini di viale Toscana, in un convegno a cui prenderanno parte rappresentanti del mondo accademico e dell'industria parmense.

L'iniziativa che al suo debutto, lo scorso anno, è stata molto apprezzata a più livelli in maniera del tutto trasversale, è anche un modo per contribuire alla crescita della cultura d'impresa, focalizzando l'attenzione su un sistema economico ricco di eccellenze, che ha saputo far fronte con grande caparbietà al perdurare di una congiuntura difficile. Ed è con grande orgoglio che la Gazzetta di Parma offre a propri lettori e alla città uno strumento importante di analisi e valutazione del territorio. A sottolinearlo sono l'amministratore delegato del gruppo Matteo Montan e il direttore Michele Brambilla nell'ambito degli interventi che accompagnano l'indagine. «Snocciolare i numeri è il modo più semplice per raccontare lo storico legame tra il Gruppo Gazzetta e la sua comunità», viene sottolineato e senza anticipare nulla si può affermare che il quadro delineato è positivo: tantissime aziende stanno crescendo, anche sui mercati internazionali, ma non per questo hanno dimenticato le loro radici. Non solo. Numerose imprese hanno scelto di investire tante risorse sul territorio. Anche per il bene della comunità.

Unione Parmense Industriali Sempre dalle pagine di Top 500, il presidente dell'Upi Alberto Figna, conferma i positivi segnali. «Si assiste, in particolare, a una lieve ripresa degli investimenti - sottolinea Figna - e sono numerose le aziende che segnalano un nuovo slancio della domanda interna. Cresce anche l'attenzione per il welfare aziendale, a conferma del valore che rivestono le risorse umane».

La rete sul territorio Un esempio significativo del crescente interesse delle imprese nei confronti del territorio è la nascita, nel 2016, dell'associazione «Parma io ci sto!» che come racconta il presidente Alessandro Chiesi per Top 500, è un'iniziativa di imprenditori che fanno rete proprio con il nobile obiettivo di rilanciare il territorio.

PricewaterhouseCoopers L'iniziativa è nata da uno Speciale Bilanci di PwC a Brescia nel 2009, oggi Top 500 conta 12 edizioni sparse in tutto il territorio nazionale tra cui Parma. Il successo è dovuto anche al prezioso apporto del mondo accademico e della ricerca. Il campione analizzato prende in esame le prime 500 imprese con sede legale e attività operativa nella provincia di Parma al 31 dicembre 2015, selezionate sulla base del fatturato 2015, di cui risulta disponibile il bilancio approvato. I dati riportati nelle tabelle sono quelli del bilancio consolidato di gruppo. Dall'analisi sono state escluse le società finanziarie (banche e assicurazioni) e le holding finanziarie senza sede operativa nella provincia di Parma.