Sei in Archivio

montechiarugolo

Blitz notturno dei ladri in una casa di Basilicagoiano

di Ilaria Ferrari -

23 febbraio 2017, 00:55

L’incursione c’è stata, mentre la padrona di casa stava tranquillamente dormendo nella stanza a fianco. Il furto pure ma, a conti fatti, è andata piuttosto bene all’ennesima vittima dei topi d’appartamento in azione nel territorio di Montechiarugolo: la residente se l’è cavata senza danni all’abitazione e con una mancanza finale di soli 160 euro oltre a un caricabatterie per cellulare.
«Normalmente ho il sonno piuttosto leggero - racconta - ma in questo periodo ho un disturbo alle orecchie, forse anche per questo non mi sono accorta di nulla. Durante la notte mi sono anche svegliata una volta ma non mi è sembrato di sentire nulla di strano». La donna abita in via Lunga a Basilicagoiano, in una casa di campagna dalla quale sta per traslocare per fare ritorno al paese d’origine. «Le condizioni dell’abitazione - spiega - potrebbero aver scoraggiato i ladri dal compiere le proprie ricerche di oggetti e preziosi. Molte cose sono, infatti, imballate, ci sono sacchi e scatoloni ovunque: sarebbe stato piuttosto complicato trovare qualcosa di valore». E, infatti, i malviventi hanno portato via ben poco. Entrati dalla finestra della cucina il cui vetro era stato incautamente lasciato aperto, si sono dovuti accontentare della borsetta della proprietaria appoggiata sul tavolo. «Quando mi sono svegliata – prosegue la padrona di casa – è proprio grazie a quella borsa che mi sono accorta di ciò che era accaduto nella notte: ho cominciato a cercarla e l’ho trovata fuori dalla finestra, buttata nel giardino, con tutte le cose che conteneva fuori posto. Mancavano solo i contanti, ma tutto il resto mi è stato lasciato».
L’unica fatica fatta dai balordi per accedere all’abitazione è stata prendere una sedia dal garage (aperto) per raggiungere la finestra piuttosto alta, poi smontare la zanzariera lasciata infine a terra.
«I vetri li ho dimenticati aperti - ammette - quindi non hanno neppure dovuto compiere lo scasso. Anche i cancelli non sono stati toccati: sono rimasti chiusi come li avevo lasciati quindi di certo quei ladri sono arrivati dalla campagna retrostante». Conclude sottolineando di sapere che «è pericoloso abitare sola in una grande casa in campagna. Per questo ho deciso di andarmene, anche se in passato non è mai capitato nulla».