Sei in Archivio

8 marzo

"Il Mondo ha bisogno delle Donne", consegnati i fondi Interspar

Devoluti oltre 16.000 euro all'Associazione antiviolenza di Parma

08 marzo 2017, 19:38

Alla Vice Sindaco Nicoletta Paci e alla Presidente del Centro Antiviolenza di Parma Samuela Frigeri è stato consegnato il ricavato dell'iniziativa “Il mondo ha bisogno di donne” della catena Interspar che ha di recentemente inaugurato un ipermercato in quartiere San Leonardo.
Dal 27 febbraio al 5 marzo scorso, nelle filiali Despar del Nordest, sono stati raccolti complessivamente 82.000 euro che vengono destinati oggi ad associazioni locali delle varie città.
Per l'Emilia Romagna a beneficiare della raccolta fondi è stato il centro Antiviolenza di Parma, un “luogo di donne per le donne” attivo in città dal 1985 dove volontarie ed operatrici si spendono per una pratica politica di relazione fra donne e sono legate dal progetto comune di produrre libertà ed autonomia femminile.
Le somme donate, sotto forma di offerta libera alle casse di tutti i punti vendita della catena, apparivano sugli scontrini con la dicitura "PER LE DONNE".

Per il momento ufficiale della consegna dei fondi, simboleggiate da un maxi assegno, erano presenti il Direttore delle Risorse Umane Angelo Pigatto e Luca Borselli Responsabile del punto Interspar di Parma. “A Parma abbiamo proposto l'iniziativa per la prima volta, vista la recente apertura del nostro primo punto vendita. Per Interspar è una costante l'attenzione verso le donne. La nostra catena commerciale comprende 230 filiali dove lavorano 7.500 collaboratori, di cui 5.000 sono donne. E sono donne sono la maggioranza delle nostre clienti. Crediamo che questa iniziativa, rappresenti lo spirito della nostra attività, concretizzi un legame virtuoso cui Parma ha risposto generosamente”.

Soddisfazione hanno espresso la Vice Sindaco e la Presidente del C.A.V. Frigeri per l'esito dell'iniziativa. “Oggi si festeggiano le donne, ma soprattutto si pone attenzione al loro mondo. Il fenomeno della violenza di genere è un'ombra pesante su questo 8 marzo. E' positivo cogliere il segnale di partecipazione dei clienti che sono stati sensibili alla proposta e costatare come anche in ambito commerciale si possano realizzare iniziative importanti, sia dal punto di vista dei risultati che della sensibilizzazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA