Sei in Archivio

seconda categoria

Carignano-Montanara, il derby "sentito" finisce con una scazzottata

Tre giocatori vengono alle mani, le due società assicurano: il razzismo non c'entra

10 marzo 2017, 17:09

Carignano-Montanara, il derby

Episodi del genere sono sempre da censurare. Non c'entrano nulla con il calcio. C'è però una precisazione da fare: il razzismo (Le due società negano) non c'entra. La causa? Una partita sentita, un derby importante per le due squadre, qualche intervento duro di troppo. Carignano-Montanara finisce con una rissa e poco conta il 3-2 per la squadra di Poddighe. E' un recupero della seconda giornata di ritorno del Girone D di Seconda categoria: il Team Carignano lotta per la salvezza, il Montanara per i play-off. Un derby, una partita, si diceva, sentita dalle due squadre. Il match sta finendo, mancano una manciata di minuti alla fine. Un giocatore guineano del Carignano interviene fallosamente, forse un po' troppo sull'avversario. Due giocatori del Montanara non ci stanno e si fanno sotto minacciosi. Si passa dalle parole ai fatti. Alla fine il guineano e uno dei due avranno un occhio livido. I due "montanarini" sono espulsi. E il guineano è dovuto andare al pronto soccorso per una ferita al dito (come da più parti sostengono) per una ferita di gioco, non per la rissa che si è scatenata in campo.