Sei in Archivio

COLORNO

Il Fai: «Ruolo centrale per la Reggia»

18 marzo 2017, 16:43

Il Fai: «Ruolo centrale per la Reggia»

«La Reggia di Colorno merita di essere al centro del turismo parmense e di un’area vasta che comprende anche Piacenza e Reggio, non una semplice appendice turistica». Il messaggio, forte e chiaro, è arrivato dal capo delegazione del Fai - Fondo ambiente italiano - di Parma Giovanni Fracasso in occasione della presentazione in Reggia delle Giornate Fai di primavera 2017 che, nella nostra provincia, in occasione della 25ª edizione, debutteranno proprio a Colorno venerdì con un’anteprima per la scoperta dell’appartamento del duca don Ferdinando di Borbone e della stanza dell’osservatorio astronomico all’interno del complesso della Reggia prima di porre l’attenzione sull’ospedale vecchio a Parma sabato prossimo e sul palazzo centrale dell’Università domenica prossima con il coinvolgimento complessivo di 58 volontari e 86 studenti nel ruolo di apprendisti ciceroni. Venerdì, dalle 15 alle 18.30 con ingressi ogni mezz’ora, previste visite guidate all’appartamento del duca per i soci Fai, con possibilità di iscriversi anche sul posto, grazie alla collaborazione con Antea e la Provincia di Parma. «Abbiamo fortemente voluto un’anteprima a Colorno delle Giornate Fai - spiega Fracasso - per mostrare una parte della Reggia tra le meno conosciute al grande pubblico, ma anche per ribadire un messaggio fondamentale: Colorno deve essere elemento centrale del turismo nel nostro territorio con un edificio, come la Reggia, che è identità stessa della storia del Ducato ed ha mantenuto integri gli elementi settecenteschi. Nell’anno in cui si celebra la storia millenaria di Parma, non si può ignorare la centralità che Colorno ha avuto in questa storia, per di più in un periodo come quello attuale di grande riscoperta delle regge in tutt’Italia». Al momento ci sono già iscrizioni tra i soci Fai con visitatori che giungeranno da Milano, Brescia, Cremona, Mantova e in pullman dal Veneto. All’appuntamento guardano con entusiasmo la cooperativa Antea, gestore delle visite in Reggia, e il Comune di Colorno. «Le Giornate Fai - ha dichiarato Antonella Balestrazzi di Antea - sono un momento di grande promozione turistica per la nostra Reggia. Quest’anno si visiterà l’appartamento di colui che, come il duca Ferdinando, ha stretto uno dei legami più saldi con i colornesi e che ha lasciato segni importanti della propria presenza come testimoniano sale che racchiudono veri e propri tesori». Infine l'intervento del sindaco di Colorno Michela Canova: «Si tiene continuamente un faro acceso sullo sforzo importante che stiamo compiendo per il rilancio turistico tramite azioni, piccole e grandi, che hanno bisogno costantemente di valorizzazione ed in questo l’attenzione del Fai è molto preziosa».c.cal.