Sei in Archivio

PIZZAROTTI

"M5S vincerà le elezioni: ma non è in grado di governare il Paese"

05 aprile 2017, 20:53

«Tutti quelli che hanno avuto una posizione critica nel tempo sono usciti. Pensiamo a Paolo Putti, a Genova». Lo ho detto il sindaco di Parma Federico Pizzarotti che, intervistato al programma radiofonico "Un giorno da pecora", ha ribadito i motivi che lo hanno portato a uscire dal Movimento 5 Stelle.
«Io - ha detto - volevo solo dare dei consigli, indicando la strada da seguire per cose che magari poi si sono avverate. Appena eletto io andavo in tv, scegliendo sulla base di chi faceva le trasmissioni. Nel regolamento era vietato. Oggi, invece, non trovi nessuno che non ci vada tutti i giorni. Peccato però che il regolamento non sia mai cambiato».
A proposito di Grillo, ha detto Pizzarotti, «credo sia rimasto imbrigliato nel suo ruolo. Quando siamo partiti, nel 2009, era impensabile si potesse usare la parola 'capo politicò. Questa non è un’evoluzione ma un’involuzione. E non è assolutamente lui a scrivere sul suo blog, sono Casaleggio, lo staff oppure persone sul territorio».

Pizzarotti, nessuno in grado di fare premier o ministro
«Il M5S è il partito favorito per la vittoria alle elezioni, secondo me vinceranno, ma non saranno in grado di governare il Paese: manca completamente la classe dirigente. Nessuno di loro è in grado di fare il premier. Non è una critica, è un dato di fatto: c'è gente che non ha mai organizzato un ufficio o fatto un lavoro, figuriamoci se può fare il ministro». Ne è convinto Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, ex del Movimento 5 Stelle, intervistato al programma radiofonico 'Un giorno da pecorà.
Luigi Di Maio può fare il premier? «No - ha risposto ai conduttori - se giudico il modo in cui ha gestito il direttorio, nato e morto all’improvviso senza nessuna comunicazione». In ogni caso Pizzarotti non li voterà alle politiche. «Non c'è una forza politica che voterei. Il Pd lo escludo assolutamente. Speriamo che i radicali tornino in voga...».

Magi, grazie Pizzarotti, lavoriamo per rilancio radicali
«Grazie Federico, stiamo lavorando proprio per questo!», così il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi risponde al sindaco di Parma Pizzarotti che, a chi gli chiedeva chi intendesse votare alle prossime elezioni, oggi ha risposto: spero che i Radicali tornino in voga.
«L'auspicio di Pizzarotti - prosegue Magi - ci incoraggia ad andare avanti con le tante battaglie che come Radicali Italiani stiamo portando avanti: dalla cannabis legale all’immigrazione, dal fine vita alla lotta alla povertà, dal rilancio del progetto europeo al riconoscimento di nuovi diritti. Battaglie, come sempre, di libertà e democrazia, per la giustizia e lo stato di diritto, per dare al Paese le riforme di cui ha bisogno per affrontare e vincere le sfide del nostro tempo. Su alcune di queste - ricorda Magi - Pizzarotti si è già schierato al nostro fianco e tante altre speriamo di condurle insieme. Avremo l’occasione di parlarne presto, visto che dal 5 al 7 maggio abbiamo scelto di tenere proprio a Parma la riunione del nostro Comitato nazionale. Quindi: grazie Federico, ci vediamo a Parma!», conclude il segretario di Radicali Italiani.