Sei in Archivio

fiere

A Cibus Connect 40 piccoli produttori Slow Food

Dal 12 al 13/4 alle Fiere di Parma incontri, appuntamenti gastronomici

07 aprile 2017, 19:02

A Cibus Connect 40 piccoli produttori Slow Food

Il 12 e 13 aprile prossimi Slow Food Italia dà appuntamento a Parma a Cibus Connect, per l’incontro con oltre 40 produttori di piccola scala selezionati dall’associazione, assaggiare i loro prodotti e scoprirne le storie. Dai formaggi al pane, dai salumi ai dolci alla pasta artigianale: numerose le aziende - informa una nota di Slow Food Italia - che hanno deciso di presentarsi a un nuovo pubblico in questa innovativa manifestazione ideata da Fiere di Parma e Federalimentare.
«Da sempre lavoriamo per favorire la nascita di relazioni tra le piccole aziende alimentari di eccellenza del nostro Paese, in primis i Presìdi Slow Food, e il mondo degli operatori professionali, perchè è solamente grazie a efficienti reti di distribuzione che possiamo riuscire a far conoscere questi prodotti a un pubblico sempre più vasto, continuando così a proteggere la biodiversità e promuovere l’educazione alimentare dei cittadini», commenta Roberto Burdese, consigliere delegato di Slow Food Promozione.
Molti gli appuntamenti in programma nello spazio di Slow Food Italia. Si parte mercoledì 12 alle 10,30 con l’incontro Focus: cosa sono i Presìdi Slow Food. Con Francesca Baldereschi, responsabile del progetto Presìdi Slow Food in Italia, si analizza il progetto nato 20 anni fa e che oggi conta 517 Presìdi in 5 continenti (278 in Italia), e che ha come obiettivo la tutela e la valorizzazione delle produzioni alimentari a rischio di estinzione, recuperandole dall’oblio e restituendo loro la possibilità di trovare un mercato.
Si continua alle ore 15 con il dibattito Economia e finanza in movimento: il fondo d’investimento Agrifood One si presenta. Giovedì alle 10,30 riflettori accesi su Foodscovery, mercato online al servizio di produttori e operatori professionali. Non manca la Cucina Slow Food, cuore gastronomico dello spazio della Chiocciola, affidata alle esperte mani di Giuseppe Barbero, chef del ristorante Garden dell’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo.