Sei in Archivio

viaggi

In Norvegia, viaggio tra fiordi, cascate e azzurri ghiacciai

Sono come placidi laghi incisi tra le vette. Dove navigare tra le meraviglie

17 aprile 2017, 21:26

In Norvegia, viaggio tra fiordi, cascate e azzurri ghiacciai

Ci sono più di mille fiordi in Norvegia, ma la maggior parte di quelli da cartolina, come il Nærøyfjord, il Sognefjord, il Lysefjord e il Geirangerfjord, si trovano sulla costa occidentale. I fiordi sono simili a laghi azzurri, ma dalle acque salate. I loro bracci infatti si originano dal mare che si insinua nell'entroterra, circondati da maestose scogliere su entrambi i lati. Dalle pareti quasi verticali intorno ad essi, scendono possenti cascate generate dallo scioglimento dagli alti ghiacciai.

Anche se i fiordi spesso si intrecciano tra loro ed è possibile navigare da uno all'altro o verso il mare, quando li visiti ti senti in un universo isolato. Tuttavia, la chiave per comprendere perché sono forse il simbolo e l'attrazione più famosa della Norvegia, sta in ciò che essi rappresentano. I fiordi e le aree circostanti evocano soprattutto immagini della Norvegia del passato. Un tempo in cui la gente viveva (e vive ancor oggi in certi luoghi) coltivando la terra in un ambiente incredibilmente ripido e roccioso. Un tempo in cui si poteva raccogliere frutta dagli alberi in fiore e una testa di pecora era (ed è ancora) considerata una leccornia.

Se i paesaggi possono sembrare indomiti e selvaggi, le aree dei fiordi sono comunque facili da esplorare sia da soli che con l'aiuto di una guida. Ci sono piccoli villaggi sparsi ovunque e una moltitudine di sentieri per escursioni, sia in montagna che sui ghiacciai.

Navigare lungo le coste e visitare i fiordi più belli della Norvegia: è una delle possibilità per chi sceglie di viaggiare in mare con Hurtigruten, il postale norvegese dei fiordi. Da 120 anni è l’esperienza via mare più bella per vivere la Norvegia e i suoi panorami. Ecco i fiordi più spettacolari. Il Sognefjord è il fiordo più lungo della Norvegia e il secondo al mondo dopo il Scoresby Sund in Groenlandia: misura 204 chilometri da vivere tra natura incontaminata, foreste e cascate. Nærøyfjord è il braccio più selvaggio del Sognefjord: in alcuni punti è largo solo 250 metri. Da ammirare il villaggio vichingo a Gudvangen e provare la ferrovia di Flåm, che si arrampica in una scenografica verticale tra cascate e ghiacciai.

L'Hardangerfjord è circondato da due parchi nazionali, moltissime cascate, il ghiacciaio di Folgefonna e ben tre Strade Nazionali del Turismo. È il terzo fiordo più lungo del mondo e il secondo più lungo in Norvegia dopo il Sognefjord. Qui il microclima è molto gradevole tanto da permettere la coltivazione di alberi da frutto: chi si ferma a maggio può vedere la fioritura di meli, ciliegi, peri e pruni. Ma il vero punto di forza sono le cascate di Vøringsfossen, sicuramente le più belle e spettacolari lungo la rotta dei fiordi più belli della Norvegia. Il Trolltunga, una imponente roccia che spunta dalla cima della montagna ha un impatto visivo molto suggestivo ed è perfetto per fotografie particolari.

Il Geirangerfjord è un fiordo talmente bello da essere nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità stilato dall’Unesco. Le meraviglie naturali da ammirare sono le famose cascate Sette Sorelle (De syv søsterne), Pretendente (Friaren) e Velo da Sposa (Brudesløret) che scendono verticali lungo i fianchi delle montagne e si tuffano nelle acque del fiordo. Non di rado si incontrano focene e foche che nuotano indisturbate.