Sei in Archivio

Formula 1

Giovinazzi terzo pilota Haas il venerdì

Il talento cresciuto in Ferrari alla corte di Dallara. Alonso presto a Varano

18 aprile 2017, 17:33

Giovinazzi terzo pilota Haas il venerdì

Si scrive Haas ma si legge Dallara e se vai ancora più a fondo, trovi Ferrari come comune denominatore. Il team americano diventa sempre più italiano e una sorta di junior team di quello del Cavallino Rampante. Oltre alla collaborazione tecnica con i motori e le trasmissioni, il team Haas aggiunge un altro tassello che rende la squadra sempre più italiana. Antonio Giovinazzi, terzo pilota della Ferrari, farà anche il terzo pilota della Haas, disputando alcune sessioni di prove del venerdì mattina, nei week end dei GP, al volante della Dallara del team americano. Il programma fa parte del progetto di sviluppo sia del pilota, che ha già debuttato in Australia in F.1, ma anche come parte integrante di quella collaborazione in atto fra la Dallara e la Ferrari stessa. Lo scambio tecnico e lo sviluppo diventerà più stretto visto che i simulatori della Dallara e della Ferrari sono identici e quindi sarà possibile uno scambio di informazioni molto più veloce. Spostando Giovinazzi a fare i test del venerdì con la Dallara Haas, si intuisce un futuro targato Varano per il pilota pugliese. Infatti, a fine stagione scadono i contratti di Grosjean e Magnussen, con quest'ultimo particolarmente sfortunato, ma anche un poco deludente nelle prestazioni. Avere Giovinazzi in casa a fare da anello di congiunzione con la Ferrari, e con la necessità di garantire un programma completo di corse, non di prove, mette di fatto l'italiano nella posizione di essere considerato come uno dei probabili piloti della prossima stagione. A meno di clamorose sorprese durante l'anno... Ma oltre a Giovinazzi, Dallara diventa il centro del mondo automobilistico anche per un altro aspetto. A breve dovrebbe arrivare a Varano Fernando Alonso per definire i programmi al simulatore di guida, mentre in questo fine settimana lo spagnolo sarà negli USA per vedere da vicino la categoria prima di tornare in Europa e preparare il GP di Russia, dopo il quale tornerà ancora a Varano per i test e la sistemazione del posto guida.