Sei in Archivio

CORNIGLIO

Malore in palestra: muore il 49enne Cesare Guidi

21 aprile 2017, 07:02

Malore in palestra: muore il 49enne Cesare Guidi

Corniglio è in lutto. Ieri in tarda serata è morto Cesare Guidi, il maestro della spongata. Sposato e padre di due bambini, aveva solamente 49 anni. La tragedia è accaduta intorno alle 20 nella palestra della scuola del paese. Cesare si trovava lì insieme ad alcuni amici per praticare un po' di sport, quando all'improvviso si è accasciato a terra per un malore. Subito sono stati chiamati i soccorsi e in breve tempo sono arrivati ambulanza e l'elisoccorso dall'ospedale Maggiore di Parma, ma inutili sono stati i tentativi per rianimarlo. E Cesare è purtroppo e inspiegabilmente spirato dopo poco. Una persona molto amata a Corniglio e non solo. Cesare era riuscito a portare avanti una importante tradizione di famiglia con la sua «Spongateria di Corniglio». Una storia che addirittura ha inizio nel 1901, quando Sincero Guidi e la moglie Chiarina avevano aperto un negozio di alimentari con retrobottega adibito a produzione di spongate. Poche attrezzature e l’antica ricetta di famiglia tramandata di padre in figlio (da Sincero a Mirto e poi a Dalmazio), fino a che, nel 1999, Cesare Guidi ha deciso di fare della spongata la punta di diamante della produzione di famiglia, ampliando il laboratorio e inaugurando l’insegna «Spongateria Guidi di Corniglio» che oggi distribuisce spongate in tutta la provincia e oltre confine. E quando a Cesare gli si chiedeva di parlare del segreto del suo successo, non si tirava indietro anzi era ben contento di poter parlare del suo buon dolce e della terra che lo aveva cresciuto. «Cesare era uno dei pochi giovani rimasti in paese con un'attività - ha sottolineato il sindaco Giuseppe Del Sante -. Per noi cornigliesi è una grave perdita: siamo tutti sconvolti. E' una tragedia per la comunità, anche perché il nostro è un paese piccolo e ci conosciamo tutti». Fa fatica a parlare il primo cittadino, per la morte improvvisa di un «ragazzo» che ha fatto tanto per Corniglio e per il suo buon nome. Di un «ragazzo» che faceva parte di una famiglia molto stimata in paese: il padre Dalmazio è stato lo storico sindaco del comune della Valparma, nonché anche presidente della Pro Loco. «Cesare era un ragazzo impegnato, intraprendente e molto attivo - continua il sindaco Del Sante -. Era riuscito a trasformare il negozio alimentare di famiglia in un laboratorio di pasticceria, di torte, spongate e non solo, perché faceva anche pasta fresca: una firma conosciuta ovunque». M.V.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal