Sei in Archivio

Crédit Agricole

Cariparma avvia la discussione per acquisire tre casse di risparmio

Possibile operazione su Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Rimini e Cassa di Risparmio di San Miniato

24 aprile 2017, 23:03

Crédit Agricole, attraverso la sua controllata italiana Crédit Agricole Cariparma, ha avviato le discussioni preliminari con Banca d’Italia e Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi in vista di una possibile acquisizione di Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Rimini e Cassa di Risparmio di San Miniato. Lo rende noto Crédit Agricole.
L’operazione rientrerebbe nell’ambito del piano strategico di Crédit Agricole in Italia «Ambizione 2020» e recentemente riaffermato. L’operazione in corso di analisi si «inscrive pertanto - è scritto nella nota - nell’ambito del predetto piano strategico. L’integrazione delle 3 casse di risparmio nell’orbita di Crédit Agricole Cariparma ne rafforzerebbe di circa il 20% la base clientela e contribuirebbe al suo sviluppo in regioni target senza modificarne il posizionamento geografico, tenendo conto dell’affermata presenza della Banca nei territori adiacenti». 

Tale operazione «non modifica - prosegue la nota - inoltre gli equilibri finanziari di Crédit Agricole Cariparma: la totalità delle sofferenze delle 3 banche interessate sarà deconsolidata prima della loro eventuale cessione e, allo stesso tempo, le banche oggetto di acquisizione sono chiaramente in eccesso di depositi di clientela».
Il progetto è ancora ad «uno stadio - conclude la nota - preliminare; la sua realizzazione è subordinata in particolare alla conclusione positiva della due diligence che dovrebbe cominciare prossimamente, nonché all’approvazione - quando sarà il momento - da parte delle Autorità competenti. Sulla base degli elementi disponibili, il suo impatto negativo sul rapporto Cet1 di Crèdit Agricole Sa e del Gruppo Crèdit Agricole sarà inferiore ai 10pb».

© RIPRODUZIONE RISERVATA