Sei in Archivio

GUSTO LIGHT

La ricetta - Sformato di carote e ravanelli

di Silvia Strozzi -

26 aprile 2017, 17:28

La ricetta - Sformato di carote e ravanelli

Il Raphanus sativus è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Crocifere e originaria dell’Asia. La sua disponibilità in natura corrisponde al periodo primaverile e estivo e la sua coltivazione, che ha tempi molto rapidi, interessa tutto il bacino del Mediterraneo. Aprile e luglio sono i mesi migliori per la sua raccolta. I ravanelli si conservano in frigo anche per 10 giorni basta avere l’accortezza di lavarli e asciugarli con un foglio di carta assorbente e metterli in frigo all’interno di un sacchetto di carta per alimenti, oppure avvolgendoli in un canovaccio umido riposto all’interno di un sacchetto aperto. Per accentuare la loro croccantezza si possono immergere un paio d’ore in acqua fredda prima di consumarli.  A loro ai ravanelli, è dedicato l'appuntamento del mercoledì con Gusto Light. Ecco una delle ricette di Silvia Strozzi.

________________

LA RICETTA
SFORMATO DI CAROTE E RAVANELLI
400 g di carote
1 dl di panna di soia
3 uova
4 ravanelli più 4 per decorazione
1 cucchiaio di maggiorana fresca tritata
1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
sale e pepe
PREPARAZIONE
Immergete le carote in una pentola di acqua bollente leggermente salata e fatele cuocere per circa 10 minuti. Poi scolatele e falle intiepidire. Frullatele con la panna di soia, il prezzemolo e la maggiorana. Salate e pepate, unite le uova. Tritate finemente 4 rapanelli e aggiungeteli al composto. Mettete il composto in una pirofila precedentemente oliata e fate cuocere a bagnomaria in forno per circa 30 min a 160°C. Infilate uno stuzzicadenti all’interno di ogni stampino: se lo stecchino uscirà asciutto, vorrà dire che lo sformato e cotto. Completate ogni piatto con ravanelli tagliati a fettine.
Diff 2
Tempo 50 min