Sei in Archivio

ROMA

Vacanze attive, italiani al primo posto nel mondo

Seguono Francia e Spagna, brasiliani re delle "ferie relax"

27 aprile 2017, 18:20

(ANSA) - ROMA, 27 APR - Le vacanze sono sinonimo di relax, vita slow e riposo assoluto? Se si tratta di italiani non è sempre così. Almeno stando a un'indagine internazionale realizzata da Gfk che ha coinvolto oltre 22.000 persone di 17 paesi. Se infatti a livello generale il 59% delle persone preferisce fare una vacanza rilassante, mentre il 35% è per le vacanze attive. L'Italia invece guida la classifica delle nazioni dove è più alto il numero di persone che ama le vacanze in cui si fanno e si vedono molte cose (45% contro il 50% che preferisce le ferie rilassanti) seguita da Francia (44%) e Spagna (43%). Brasile, Corea del Sud e Giappone sono in assoluto quelli più propensi al relax. La predisposizione per le vacanze attive è particolarmente alta tra le italiane: ama fare delle vacanze dinamiche il 48% di loro, percentuale addirittura maggiore rispetto a quella che aspira al relax (46%). Tra gli uomini invece, la vacanza rilassante vince con un 54% di preferenze, contro il 41% della vacanza attiva. Anche l'età dell'intervistato ovviamente influenza il tipo di vacanza più apprezzata: la fascia d'età che ama maggiormente le vacanze attive è quella compresa tra i 20 e i 29 anni (50%), seguita dai teenager con il 47% e dai trentenni con il 45%. Al contrario, gli over 60 sono quelli che amano maggiormente le vacanze all'insegna del relax: il 56% le preferisce, contro il 39% che ama le vacanze attive. Infine, guardando alle famiglie con figli, emerge come chi ha figli piccoli (fino a 6 anni) opta più facilmente per una vacanza rilassante. Al contrario, quando i figli crescono si sente il bisogno di una vacanza più attiva: ne sono convinti il 48% di chi ha figli tra i 6 e i 12 anni e il 46% di chi ha figli adolescenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA