Sei in Archivio

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

28 aprile 2017, 21:35

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Inflazione: Parma resta decisamente al di sopra della media nazionale. L'inflazione in Italia fa un balzo in avanti, nel mese di aprile: +1,8% tendenziale (confronto con aprile 2016). Ma a Parma il tasso di inflazione è più alto: +2,5% annuo. Parma batte Italia anche per quanto riguarda l'inflazione congiunturale (rispetto al mese prima, in questo caso marzo 2017): +0,4% in città, contro una media nazionale del 0,3%. 

I prezzi che aumentano di più a Parma

Trasporti: +5,8% annuo 

Abitazione, acqua, energia elettrica e altri combustibili: +4,7% annuo 

Servizi ricettivi e di ristorazione: +4,5% annuo 


I prezzi che calano a Parma

Comunicazioni: - 2% annuo

Istruzione: - 1,4% annuo

Ricreazione, spettacoli e cultura: - 0,4% mensile 


Il tasso nazionale di inflazione registra il livello più alto da oltre quattro anni, cioè dal febbraio 2013. L’accelerazione, spiega l'Istat, deriva soprattutto dalla crescita dei prezzi dell’energia elettrica, del gas e dalla dinamica dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti.
Un trend che si riflette anche a livello locale: il settore trasporti - che comprende i prezzi dei carburanti - è al top dei rincari. Rispetto all'aprile 2016, a Parma i prezzi del diesel sono aumentati del 12,1%; la benzina è aumentata del 7,2%; +12% gli altri carburanti. 
I prezzi medi di alimentari e alcolici aumentano di 1,9% rispetto a un anno fa; +2,2% per abbigliamento e calzature. Sull'inflazione a Parma incidono meno mobili e articoli per la casa (+0,8%) e le comunicazioni, che vedono un calo del 2%. 


L'inflazione di aprile 2017: tutti i prezzi a Parma