Sei in Archivio

BOLOGNA

Uniland: confisca per 16 milioni a due imputati

C'è ex patron Mezzini che patteggiò tre anni

28 aprile 2017, 14:50

(ANSA) - BOLOGNA, 28 APR - La Guardia di Finanza di Bologna ha confiscato, su ordine del tribunale, beni per 16 milioni di euro riferibili a due imputati nella vicenda giudiziaria 'Uniland'. Si tratta dell'ex patron Alberto Mezzini e di Claudio Morsenchio, ex relator investor della società, che patteggiarono rispettivamente tre e due anni davanti al Gup. A Bologna è in corso il dibattimento per altri dieci. Tra i beni confiscati, disponibilità finanziarie per un milione e 800mila euro, che verranno destinate al Fondo unico giustizia, partecipazioni societarie, strumenti finanziari, 35 tra fabbricati e terreni (nelle province di Bologna, Firenze, Modena e Ravenna), orologi di pregio, cinque quadri di valore, tre auto di lusso e tre moto di grossa cilindrata.L'attività della Gdf si inquadra nell' ambito dell'inchiesta, coordinata dal Pm Antonella Scandellari e condotta dalla polizia tributaria,che portò nel febbraio 2011 ad arresti e sequestri.Tra i reati contestati,falso in bilancio, aggiotaggio, insider trading, evasione fiscale. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA