Sei in Archivio

assemblea

Ordine commercialisti: approvato il bilancio (positivo)

29 aprile 2017, 16:48

Ordine commercialisti: approvato il bilancio (positivo)

Si è svolta giovedì 27 aprile all’Auditorium Polifunzionale del Campus, l’Assemblea dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Parma (ODCEC). Oltre 300 i presenti. Primo punto all’ordine del giorno, l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2016 dell’ODCEC e della Fondazione dei Dottori Commercialisti. Il Consuntivo 2016 chiude con un avanzo di gestione di Euro 56.070,63. L’avanzo di amministrazione complessivo, inteso anche come patrimonio dell’Ente, si attesta oggi a Euro 384.521,27 ed è prevalentemente costituito da disponibilità liquide e investimenti finanziari. Tale consistenza patrimoniale consentirà la programmazione di nuovi investimenti ed iniziative a tutela della professione. “Sul positivo andamento della gestione – ha spiegato il tesoriere dell’ODCEC, Roberto Di Cioccio - hanno inciso le azioni di razionalizzazione della spesa avviate negli anni precedenti e la rinegoziazione, a condizioni più favorevoli, di alcuni contratti di fornitura”. L’avanzo di gestione, più consistente rispetto agli anni precedenti, è stato anche influenzato dalla mancata assunzione di alcuni impegni di spesa inizialmente preventivati che, tuttavia, riguardando investimenti non strategici, non hanno inciso sul regolare svolgimento dell’attività istituzionale dell’Ordine. Tra gli altri argomenti trattati, le novità in tema di Formazione Professionale, l’aggiornamento sulle iniziative del nuovo Consiglio Direttivo - in carica da gennaio 2017 - ed alcuni rilievi in merito alla programmazione del Consiglio Nazionale, riferite da Andrea Foschi, Consigliere Nazionale dell’ODCEC con delega alla Crisi d’Impresa.
In relazione alla Formazione Professionale, il consigliere delegato Massimiliano Vignetti, ha reso noto che l’Ordine sta organizzando eventi che possano consentire agli iscritti di assolvere gli obblighi formativi anche in materia di Revisione Enti Locali, OCC (Organismo di composizione della crisi da sovra-indebitamento) e Revisione Legale dei Conti. Quest’ultimo, in particolare, è un tema formativo obbligatorio a far data dal 1 gennaio 2017. Per gli obblighi formativi riferiti alla Revisione degli Enti Locali, oltre al corso promosso dall’Unione Province d’Italia, l’ODCEC proporrà, per il secondo anno, un corso di e-learning in collaborazione con Eutekne fruibile dal 1 maggio al 30 novembre 2017. Proseguirà anche per l’anno accademico 2017/2018 la collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università di Parma. “Formazione sulla professione del dottore commercialista” e “antiriciclaggio” i temi che verranno proposti. Il presidente Emanuele Favero ha poi aggiornato i presenti sulle iniziative promosse dal nuovo Consiglio in carica, intrattenendoli in particolare sulle novità inerenti i procedimenti disciplinari in caso di inosservanza dei doveri professionali previsti dalle norme di legge deontologiche. “I commercialisti – ha spiegato Favero – hanno un codice deontologico molto rigoroso. Rispettarlo per noi non è solo un impegno, ma un segnale distintivo importante per distinguerci da chi, senza regole, improvvisa la nostra professione”. Il presidente Favero ha inoltre spiegato che si sta diffondendo in alcune regioni italiane l’iniziativa di sottoscrivere una Carta Etica della professioni intellettuali, con l’obiettivo di affermare che “le aree di opacità, labili quasi indistinguibili, non sono più tollerabili” e che “il concetto di legalità deve essere per tutti un impegno quotidiano”
Rinnovato anche il rapporto con gli Ordini affini, come quello degli Avvocati e Notai, con i partner bancari, ed enti istituzionali, tra i quali la Guardia di Finanza. A conferma di tale collaborazione e nel ribadire l’importanza del concetto di legalità come valore-guida nella conservazione del patrimonio morale della comunità professionale, è stato invitato il Colonnello Salvatore Russo, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Parma, il quale ha confermato l’impegno dei presidenti delle varie categorie professionali nel tutelare i propri associati dalla criminalità economica. “L’importanza dell’interazione tra GdF e ODCEC – ha sottolineato – è che operano entrambi nell’ambito dell’economia legale. La loro collaborazione è un “dispositivo di sicurezza” del contesto economico della provincia di Parma”. Russo ha concluso il suo intervento sottolineando la necessità di “fare rete” a livello di Istituzioni, utilizzando come strumenti la prevenzione e la formazione.
Il Presidente Favero ha ringraziato gli intervenuti e ha chiuso i lavori assembleari con l’invito “Semina impegno, raccoglierai risultati. Semina onestà, raccoglierai onore. Semina gentilezza, raccoglierai gratitudine. E se anche non dovessi raccogliere niente non ti stancare di seminare”.