Sei in Archivio

AOSTA

Valanga uccise campionessa freeride, no responsabilità

Estelle Balet travolta un anno fa. Archiviata inchiesta svizzera

29 aprile 2017, 15:00

(ANSA) - AOSTA, 29 APR - Non è emersa alcuna responsabilità penale per la morte della campionessa mondiale di freeride Estelle Balet, travolta e uccisa a 21 anni da una valanga: lo ha stabilito il pubblico ministero del Canton Vallese che, un anno dopo l'incidente sul versante svizzero del massiccio del Monte Bianco, ha archiviato l'inchiesta aperta per accertare la dinamica dell'accaduto. Considerata un vero e proprio fenomeno dello snowboard in fuoripista, la giovane elvetica aveva scalato in brevissimo tempo le classifiche mondiali fino a conquistare, nel 2015 e nel 2016, il Freeride World Tour. Era morta il 19 aprile del 2016, sotto la cima del Portalet, a 3.300 metri, durante le riprese di uno dei tanti film dedicati alle sue imprese. L'aveva travolta un'enorme slavina lunga un chilometro e larga alcune centinaia di metri, trascinandola in un ripido canale e poi lungo le pendici della montagna. Era stata estratta dalla neve prima dell'arrivo dei soccorsi ma a nulla erano valsi i tentativi di rianimarla.(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA