Sei in Archivio

GALLIPOLI (LECCE)

Tap: oncologo in sciopero fame e sete, 'vado avanti'

E' al quinto giorno di protesta

01 maggio 2017, 22:20

(ANSA) - GALLIPOLI (LECCE)- Dal palco della "Gallipoli Run - Corri per la ricerca", manifestazione podistica nazionale organizzata da Lilt Lecce a sostegno del Centro Ilma che ha registrato 1255 partecipanti, l'oncologo Giuseppe Serravezza, visibilmente provato e affaticato dai cinque giorni di sciopero della fame e della sete, attuato per protesta contro il progetto che prevede l'approdo a San Foca di Melendugno del gasdotto Tap, circondato da una nutrita delegazione di sindaci del Salento, ha assicurato che andrà avanti nella sua protesta. "Oggi - ha detto - è il quinto giorno di sciopero della fame e della sete, ma vado avanti: dobbiamo riaprire il dialogo con il Governo per fermare l'avanzamento del progetto Tap. Perché questo gesto estremo? Le abbiamo tentate tutte: cinque anni per far capire che il Salento non può più permettersi opere così impattanti. Accanto a queste motivazioni, ce ne sono altre, di carattere quasi personale: sono i miei pazienti che non ci sono più, i tanti che andandosene mi hanno chiesto di fare qualcosa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA