Sei in Archivio

Sport USA

Cesaro: "Wrestling più reale di quanto si pensi"

La stella WWE protagonista a Roma e Bologna: "Fan italiani? Hanno una grande passione, come per il cibo".

05 maggio 2017, 15:20

Cesaro:
Tra le tante stelle che hanno illuminato le tappe italiane (Roma e Bologna) del tour WWE, c'era anche Cesaro, uno dei più amati dai fan italiani. Il wrestler di origine svizzera si è concesso anche a Sportal.it...

Cesaro, come ti sei avvicinato al mondo del wrestling?
"Ho iniziato a dedicarmi al wrestling piuttosto tardi perchè in Svizzera (suo Paese natale, ndr) non era così popolare fare wrestling. Avevo 20 anni quando mi sono appassionato veramente e ho capito subito che dovevo trasferirmi negli States".

C'è chi dice che il wrestling sia solo finzione. Tu come la vedi?
"Il wrestling è molto più reale di quanto si possa immaginare o di quanto possa pensare la gente. C'è tanto lavoro alle spalle, tanta preparazione per essere pronti sul ring".

Ad oggi, quale è stato il wrestler più forte che hai affrontato in WWE?
"Me stesso (ride, ndr)... Scherzo, domanda difficile. Ci sono tante superstars nella WWE. Forse Sheamus che è duro per davvero... Sono contento che ora sia il mio partner (i due formano un fortissimo Tag Team, ndr)".

Ci racconti cosa è stato The Undertaker per te?
"Sono cresciuto imparando da lui, guardandolo combattere. C'ero all'ultimo Wrestlemania, è stato un momento toccante il suo addio dalle scene".

Ci spieghi la tua dieta ideale e la tua settimana tipo?
"Punto a fare 4/5 combattimenti alla settimana... Mangio molta carne, proteine e molta verdura. Insomma, di tutto...".

Come ti sono sembrati i tifosi italiani?
"Non è la prima volta che vengo in Italia, ormai li conosco bene... Hanno una grande passione, la stessa che hanno per il calcio, per il cibo e, ovviamente, anche per il wrestling".

Cesaro: