Sei in Archivio

processo

Aemilia, il pentito Giglio sarà ascoltato anche su Bernini

E' divenuto collaboratore di Giustizia quando ormai il processo di primo grado si era concluso

06 maggio 2017, 18:29

Aemilia, il pentito Giglio sarà ascoltato anche su Bernini

Il pentito Giuseppe Giglio sarà sentito nel processo di appello di 'Aemilia", in corso a Bologna per 60 imputati in abbreviato, ma la sua testimonianza sarà mirata solo su alcune posizioni. I giudici della terza sezione penale hanno infatti accolto la richiesta dei pm di ascoltare Giglio, divenuto collaboratore di giustizia quando ormai il giudizio di primo grado si avviava alla conclusione e condannato a 12 anni, solo in riferimento a Selvino Floro Vito, Alessandro Palermo e Giovanni Paolo Bernini, ex assessore Pdl del Comune di Parma prosciolto per prescrizione di corruzione elettorale, accusa in cui il Gup ha derubricato l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa: solo per questi tre, infatti, la richiesta è stata considerata significativamente motivata.

La Corte presieduta da Cecilia Calandra ha poi ammesso l'esame di Giglio anche su quanto circostanziato dagli appelli di tre difese, quelle di Salvatore Cappa, Francesco Gullà e Donato Agostino Clausi, dando la possibilità al pentito inoltre di essere ascoltato «a fini assolutori o di riconoscimento dell’attenuante della collaborazione», come da lui chiesto. L'audizione di Giglio è programmata in videoconferenza per le udienze del 12 e il 13 aprile, insieme a quella del maresciallo dei Carabinieri che ha fatto verifiche sull'attendibilità delle dichiarazioni messe a verbale.

Tutte le altre eccezioni preliminari presentate dalle parti sono state respinte, mentre la decisione su quelle di competenza territoriale è rinviata al momento in cui sarà emessa la sentenza del processo di 'Ndrangheta. (ANSA).