Sei in Archivio

ROMA

Ambulante morto: corteo aperto da parenti e amici Maguette

Tra striscioni, 'Basta retate' e 'Basta sceriffi nella città'

06 maggio 2017, 19:50

(ANSA) - ROMA, 6 - Al grido di 'Vogliamo giustizia' è cominciato il corteo per ricordare Nian Maguette, l'ambulante senegalese morto due giorni fa dopo un blitz antiabusivismo dei vigili urbani nel centro storico della capitale. Ad aprirlo, i parenti e gli amici di Nian. Dopo il sit-in di ieri pomeriggio in piazza Santi Apostoli a cui hanno partecipato militanti e dirigenti dell'Usb e di Rifondazione comunista, associazioni antirazziste, attivisti del movimento per la casa e rappresentanti di comunità del Nord Africa, dello Sri Lanka e sudamericane, gli organizzatori hanno deciso di incontrarsi anche oggi e fare un corteo da piazza Vittorio al Campidoglio. Tra i cartelloni che i manifestanti portano si può leggere 'Il decreto Minniti è guerra ai poveri', 'Basta sceriffi nella nostra città', 'Maguette lotta con noi', 'Basta retate' e 'La nostra sicurezza è la città solidale'. Presenti anche i militanti di 'Roma non si vende' e i movimenti per il diritto alla casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA