Sei in Archivio

NEW YORK

Nyt, ultradestra Usa dietro la diffusione del 'Macronleaks'

'Documenti forse dalla Russia, veicolati sul web da attivisti'

06 maggio 2017, 18:10

(ANSA) - NEW YORK, 6 MAG - Ci sarebbe l'azione coordinata di militanti dell'ultradestra Usa dietro alla diffusione sul web dei documenti piratati nel massiccio attacco hacker alla campagna di Emmanuel Macron: è quanto afferma il New York Times, che in un articolo scrive che "dopo mesi di tentativi di spostare in favore di Marine Le Pen l'ago della bilancia delle presidenziali francesi, attivisti di estrema destra americana hanno gettato il loro peso in appoggio all'hackeraggio di Macron, nel tentativo di spargere il dubbio su un'elezione fondamentale non solo per la Francia ma per il mondo intero". Alcuni esperti, citati dal quotidiano, ritengono che alcuni dei documenti diffusi possano essere collegati alla Russia. "Appena poche ore dopo che i documenti sono stati resi pubblici - scrive ancora il New York Times - l'hashtag #MacronLeaks ha iniziato a diffondersi globalmente, aiutato da attivisti di estrema destra negli Stati Uniti che avevano cercato di spostare il voto francese a favore della Le Pen".

© RIPRODUZIONE RISERVATA