Sei in Archivio

CITTA' DEL VATICANO

Papa: risposi male a maestra, mia madre mi punì

'Serve nuovo patto educativo', e a preti, 'siate liberi da beni'

06 maggio 2017, 16:40

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 6 MAG - Da bambino Papa Francesco rispose male alla maestra e la madre lo punì: lo ha raccontato lo stesso Bergoglio esortando, davanti ai ragazzi delle 'Scuole della pace', a un nuovo patto educativo tra famiglia, scuola e società, e criticando il fatto che "oggi tante volte i genitori difendono i figli e non gli educatori". All'udienza ha partecipato anche il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli, che il Papa ha abbracciato a fine incontro. Bergoglio ha poi stigmatizzato la "violenza degli insulti", ricordando che "non uccidere è anche non insultare". Un concetto che vale anche in politica, ha precisato, citando un dibattito preelettorale particolarmente acceso, senza specificare quale. In mattinata papa Francesco ha ricevuto Doris Leuthard, Presidente della Confederazione Elvetica, con la quale ha parlato anche di migrazioni e terrorismo, e una delegazione dal Seminario di Posillipo. Ai sacerdoti ha detto di coltivare una "libertà interiore verso i beni" perchè "il diavolo entra per le tasche".

© RIPRODUZIONE RISERVATA