Sei in Archivio

TORINO

Falsi poveri smascherati da guardia di finanza, 180 denunce

Recuperati oltre 550mila euro contributi indebitamente percepiti

08 maggio 2017, 12:40

(ANSA) - TORINO, 8 MAG - Si laureano senza pagare le tasse universitarie, utilizzano gratis gli alloggi Atc, hanno sconti sulle bollette di luce acqua e gas, non pagano le mense scolastiche. Ammontano ad oltre 550mila euro i contributi percepiti indebitamente da 180 'furbetti' benestanti, qualcuno addirittura facoltoso, che la guardia di finanza di Torino ha fatto restituire alle casse dello Stato. Comportamenti fraudolenti, sottolineano le fiamme gialle, che danneggiano non solo l'Ente che eroga il contributo, ma tutti i cittadini che vedono aumentare i costi dei servizi pubblici. Due i casi emblematici scoperti dalle fiamme gialle: uno studente di Informatica non ha pagato le tasse universitarie perché nel calcolare il reddito familiare ha 'dimenticato' immobili per un valore di circa 220mila euro e conti correnti per 700mila euro. Un altro, studente di giurisprudenza, ha tentato di dimostrare di essere autonomo rispetto alla propria famiglia, benché fosse a carico dei genitori con un reddito di circa 190mila euro l'anno. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA