Sei in Archivio

Serie B

Pisa battuto dal Cittadella: ora è matematicamente retrocesso in Lega Pro

Il presidente e proprietario è il "parmigiano" Giuseppe Corrado

09 maggio 2017, 00:49

Pisa battuto dal Cittadella: ora è matematicamente retrocesso in Lega Pro

Il Cittadella affonda il Pisa e conquista tre punti importanti in chiave playoff condannando matematicamente la squadra di Gennaro Gattuso e del presidente e proprietario "parmigiano" Giuseppe Corrado  alla retrocessione in  Lega Pro dopo solo un anno di permanenza nella serie cadetta.

Veneti in vantaggio all’11' del primo tempo con Arrighini. L'attaccante pisano di nascita con un gran numero si libera della marcatura dei due centrali e batte il portiere avversario con un preciso diagonale.  Il Pisa prova a reagire e troverebbe anche il pareggio con Verna al 44', ma il suo gol viene annullato per sospetto fuorigioco. Nella ripresa i padroni di casa raggiungono il pari al 60' con Masucci e provano a ribaltare la partita ma un errore di Lisuzzo al 76' spiana la strada al raddoppio del Cittadella: Arrighini ruba palla e smarca Vido, che dieci minuti più tardi fa doppietta. Allo scadere arriva anche il quarto gol di Scaglia a fissare il risultato sul definitivo 4-1 per gli ospiti.

Il Pisa perde così ogni speranza di restare in Serie B: alla formazione allenata dal campione del mondo con l’Italia a Berlino nel 2006 serviva infatti una vittoria per poter continuare a sperare nel miracolo. Così non è stato e il Pisa ad un anno dalla promozione ritorna in Lega Pro dopo una stagione condizionato dalla lunga vicenda sulla proprietà del club nerazzurro.