Sei in Archivio

Serbia: contestato a Belgrado Bernard-Henri Levy

Filosofo contestato da estremisti sinistra, 'è anti Serbia'

10 maggio 2017, 23:20

(ANSAmed) - BELGRADO, 10 MAG - Il filosofo francese Bernard-Henri Levy e' stato duramente contestato oggi a Belgrado da alcuni estremisti di sinistra che lo hanno accusato di posizioni antiserbe. L'incidente e' avvenuto al termine della proiezione del suo film 'Peshmerga' presentato nell'ambito del Festival del film documentario in corso nella capitale. Appena Levy ha preso la parola in sala tre militanti di estrema sinistra hanno urlato 'Assassino vai via da Belgrado' e 'Questo bastardo era favorevole a bombardare la Jugoslavia otto anni prima dei raid della Nato', prima di lanciargli in faccia una torta. Alcuni operatori tv sono intervenuti a difesa del filosofo, fermando uno dei contestatori, ma un altro e' salito sul palco dove era seduto il regista serbo Goran Markovic, pronto a colloquiare con Levy, srotolando uno striscione con la scritta in inglese 'Bernard Levy appoggia gli omicidi imperialistici'. Il pubblico e' intervenuto prendendo le difese dell'ospite, che ha parlato di 'azione fascista'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA