Sei in Archivio

tennis

Roma, Fognini fa fuori Berrettini. E ora Murray. Madrid, trionfa Nadal

Domani si entra nel vivo. Attesa per Maria Sharapova

15 maggio 2017, 00:11

Roma, Fognini fa fuori Berrettini. E ora Murray. Madrid, trionfa Nadal

L’esordio perfetto e la voglia finalmente di stupire il pubblico di Roma. Nella domenica di apertura del Main Draw degli Open Bnl d’Italia, Fabio Fognini (29) inizia la sua avventura romana conquistando in due set (6-1 6-3) in un’ora e 10' di gioco il derby azzurro che ha animato il Centrale contro il giovane Matteo Berrettini, 21 enne numero 250 nel ranking Atp che si era fatto strada conquistando la terza wild card nelle pre-qualificazioni.
Al secondo turno se la dovrà vedere con il numero 1 del ranking Atp, Andy Murray: «Non parto favorito ma mi sento bene e soprattutto sto giocando bene», ha esordito Fognini nel post-partita. «E lui non è certo in un gran momento. Mi piace giocare qui ma con Roma non ho un buon rapporto. L’aiuto del pubblico può darmi la spinta in più, so che me la posso giocare», ha aggiunto il ligure, che nella Capitale non è mai andato oltre il terzo turno raggiunto nel 2015. Vincitore degli ultimi Internazionali, lo scozzese raccoglie la sfida da Madrid, dove è stato eliminato da Coric agli ottavi: "Sarà una partita dura - dice il numero uno al mondo - Fabio sulla terra rossa è potenzialmente uno dei migliori giocatori al mondo e poi, ovviamente, qui in Italia sarà molto motivato».

Spera in un buon torneo anche Roberta Vinci (34): «Mi piacerebbe fare contenta la gente che viene qui in massa per vedermi con tanti bambini. Fin qui non ci sono riuscita, ma non si sa mai?», ha ammesso la tarantina, che al primo turno affronterà la russa Makarova (43): «E' un’avversaria difficile, mancina, sarà una partita dura». Domani si entra nel vivo del main draw, con l’esordio al Centrale contro Mchale dell’attesissima Maria Sharapova, che oggi ha animato il Colosseo esibendosi in alcuni scambi con Berdych (12), anche lui in campo domani contro Zverev. A seguire, Seppi contro Almagro, Dimitrov (10) contro Del Potro e in serale Venus Williams (9) impegnata contro Shvedova. Alla Next Gen Arena, il belga Goffin (9) sfida il brasiliano Bellucci, poi fari puntati sul debutto di Sara Errani contro la francese Cornet.

Madrid Rafael Nadal cala il tris: dopo i trionfi consecutivi a Montecarlo e Barcellona, il 30enne spagnolo centra il successo anche sulla terra battuta di Madrid (Atp Masters 1000 con montepremi di 5.439.350 euro). Il mancino di Maiorca, numero 4 del mondo e terzo favorito del seeding, ha superato in finale per 7-6, 6-4, in due ore e 19 minuti di gioco, il 23enne austriaco Dominic Thiem, numero 9 e ottava testa di serie. Quest’ultimo, dunque, non è riuscito a riscattare la sconfitta nella finale di Barcellona. Per Nadal, invece, è il quinto titolo nel torneo della capitale spagnola, il 72/o in carriera e il 52/o su terra. Che gli fa anche eguagliare il record del serbo Novak Djokovic di 30 Masters 1000 vinti.