Sei in Archivio

OMICIDIO

Arrestato in tunisia Mohamed Jella, è accusato dell'omicidio di Alessia

18 maggio 2017, 20:17

Arrestato in tunisia Mohamed  Jella, è accusato dell'omicidio di Alessia

Era ricercato dal 6 dicembre del 2015 quando, secondo l’accusa, avrebbe ucciso la compagna, Alessia Della Pia, trovata morta nell’androne del palazzo dove vivevano, alla periferia di Parma. Mohamed Jella, 30 anni, è stato arrestato nei giorni scorsi in Tunisia dalla polizia del posto dopo un latitanza di un anno e mezzo.

Jella in una foto su facebook

L’uomo era stato segnalato, anche grazie alle foto che aveva postato sul suo profilo facebook, nel paese di origine e la polizia lo ha identificato e fermato a Tunisi, capitale del paese africano.

Mohamed Jella si era dotato di un documento d’identità falso ma i dati forniti dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Parma, in collaborazione con il Pubblico Ministero Andrea Bianchi, hanno consentito al Servizio di Cooperazione internazionale di Polizia di localizzare l'indagato e fermarlo. Attualmente Jella si trova in carcere nel suo paese ma saranno presto attivate le pratiche per la sua estradizione.

Alessia Della Pia
Mohamed Jella è l’unico accusato per l’omicidio di Alessia Della Pia, 39 anni,il 6 dicembre del 2015. La donna era stata picchiata, poi, molto probabilmente, immersa agonizzante nella vasca da bagno e infine trasportata, ormai senza vita, nell’ androne del palazzo. Lo stesso Jella aveva avvisato il 118, ma poi era scappato. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti legati al traffico di sostanze stupefacenti e sino a poco tempo fa era anche agli arresti domiciliari proprio per un problema legato alla droga.