Sei in Archivio

SQUADRA MOBILE

Perseguita l'amante e la ricatta per avere sesso: arrestato 50enne stalker

Secondo le accuse, il parmigiano chiedeva morbosamente rapporti all'amante (che voleva troncare): ora è ai domiciliari

08 giugno 2017, 19:33

Perseguita l'amante e la ricatta per avere sesso: arrestato 50enne stalker

Un 50enne di Parma è agli arresti domiciliari con l'accusa di stalking. La vittima è una 40enne parmigiana che aveva avuto una relazione extraconiugale con lui. La donna voleva troncare quella storia d'amore diventata troppo "pesante": l'amante era diventato ossessivo, aveva comportamenti morbosi e minacciava di rivelare a tutti la loro storia se avesse rifiutato di fare sesso. Così la 40enne si è rivolta alla polizia, che ha arrestato lo stalker.  

All'inizio di maggio la 40enne si è rivolta alla Squadra Mobile, riferendo di esser perseguitata dall’uomo con cui aveva intrattenuto una relazione extraconiugale e che non si arrendeva di fronte alla sua decisione di interromperla. Rassicurata dal personale specializzato della Sezione reati con la persona, la donna ha descritto quella storia d’amore che si era trasformata in una vera e propria prigione. Ha raccontato di aver conosciuto l’uomo, circa dieci anni prima e di aver avuto con lui una relazione extraconiugale durata circa due anni. Già all’epoca l’uomo aveva iniziato a manifestare comportamenti ossessivi chiedendole continuamente di incontrarla per fare sesso. Spaventata dall’aggravarsi del suo comportamento, lei aveva deciso di interrompere la relazione.
Nel 2015 le strade dei due amanti si sono casualmente incrociate ed è scoccata nuovamente la scintilla. L’uomo, tuttavia, dopo un primo periodo di relativa normalità, ha ripreso i suoi comportamenti morbosi: da qui la decisione di lei di troncare ancora il rapporto. Il 50enne però non ha voluto rassegnarsi, facendo appostamenti sotto casa di lei, sul suo luogo di lavoro, perseguitandola anche con telefonate ad ogni ora del giorno e della notte. La donna ha raccontato di essere stata pedinata ovunque e di aver ritrovato messaggi sulla sua autovettura: l’uomo la minacciava di rivelare il loro segreto, se lei non avesse avuto altri rapporti sessuali con lui. L’uomo alternava telefonate con urla, minacce e violenti epiteti a chiamate in cui, con tono pacato e rassicurante, le consigliava di concedersi per evitare ogni problema. 
Ieri pomeriggio la Squadra Mobile ha eseguito un'ordinanza emessa dal gip su richiesta della Procura e ha arrestato l’amante-stalker, messo agli arresti domiciliari.