Sei in Archivio

ECONOMIA

Bormioli Rocco: il ramo casalinghi venduto alla Bormioli Luigi

Il settore degli imballaggi va al fondo Triton

di Patrizia Ginepri -

17 luglio 2017, 13:32

Bormioli Rocco: il ramo casalinghi  venduto alla Bormioli Luigi

Dallo storico settore vetrario arriva una buona notizia, sia per il tessuto imprenditoriale che per l'intero territorio parmense.
La Bormioli Luigi e il fondo di private equity Triton hanno stretto una partnership per l'acquisto, rispettivamente, della divisione Casa e Pharma del gruppo Bormioli Rocco, che produce contenitori e oggetti di vetro, sinora nel portafoglio di Vision Capital, che ne aveva acquistato il 100% nel 2011.
La svolta La scorsa primavera sembrava probabile che la Bormioli Rocco finisse nelle mani del gruppo cinese Deliglass. Non solo. Il dossier è stato esaminato anche dalla multinazionale tedesca Gerresheimer e dal gruppo Zignano Vetro, fino alla notizia ufficiale di lunedì.
La Bormioli Rocco è uno dei leader di mercato a livello europeo nel settore del packaging per la casa e per l'industrial farmaceutica Secondo quanto riferisce una fonte vicina al dossier, le due divisioni fatturano attualmente circa 220 milioni l'una.
Realtà storica Nata nel 1825, la Bormioli era stata separata negli anni ottanta del secolo scorso e le due aziende avevano seguito strade diverse.
Ora, Alberto Bormioli, presidente della Bormioli Luigi, ha riportato nelle stesse mani l'azienda di famiglia per quanto riguarda la produzione di contenitori per profumi e liquori, nonché articoli per la casa. La Bormioli Luigi è una vetreria specializzata nei contenitori di alta gamma per la profumeria e per la distilleria e di articoli per la tavola in vetro sonoro superiore. Attualmente ha un fatturato consolidato di circa 220 milioni; di conseguenza, con l'acquisizione del ramo d'azienda di Bormioli Rocco raddoppierà le dimensioni.
Le due transazioni sono soggette all'approvazione delle autorità competenti nelle rispettive giurisdizioni. Al tempo stesso, avranno luogo le necessarie procedure di informazione e consultazione sindacali.
Le dichiarazioni «Con l’acquisizione storica di Bormioli Rocco Tableware, Bormioli Luigi amplierà i perimetri delle proprie risorse organizzative e materiali al fine di sviluppare originali e virtuose modalità di fare business nel vetro - sottolinea Alberto Bormioli, presidente di Bormioli Luigi, azionista di maggioranza e figlio del fondatore -. a vantaggio degli interessi della clientela facendo leva sulle conoscenze, la cultura e la capacità di entrambe le società».
Ad assistere la Bormioli Luigi è stato lo studio R&P Legal, con Kpmg advisor finanziario, mentre Rothschild è stato l'advisor del gruppo Bormioli Rocco.
«In qualità di nuovi azionisti, la nostra intenzione è quella di sostenere il management ed i dipendenti di Bormioli Pharma (divisione farmaceutica) investendo e sostenendo la crescita e lo sviluppo delle sue attività - spiega Peder Prahl, direttore del general partner per il fondo Triton -. La nostra esperienza di settore, grazie ad investimenti passati e sostenuta da esperti di settore, si focalizzerà per sviluppare ulteriormente la società. Vogliamo collaborare con il management e il Consiglio di amministrazione per costruire un’azienda ancor più solida».
«Bormioli Rocco è uno dei leader di mercato a livello europeo operante nel settore di articoli in vetro per la casa e packaging per l’industria farmaceutica. Queste due transazioni rappresentano un passo importante in quanto permettono, in aggiunta al rimborso del debito finanziario del gruppo, di incrementare il focus strategico sulle due divisioni - afferma Riccardo Garrè, presidente esecutivo di Bormioli Rocco -. Diamo il benvenuto ai due nuovi azionisti, investitori che ci sosterranno nella realizzazione dei nostri piani futuri per continuare ad essere leader nei nostri rispettivi settori».

Vuoi ricevere gratis notizie come questa in tempo reale? CLICCA QUI