Sei in Archivio

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga con cintura esplosiva che grida: «Allah è grande»

21 agosto 2017, 18:52

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga con cintura esplosiva che grida: «Allah è grande»

E' stato abbattuto a Subirats, a nord di Barcellona, un uomo con una sospetta cintura esplosiva. Sarebbe in realtà Younes Abouyaaqoub, il 22enne marocchino killer di Barcellona. Lo riferisce la tv pubblica Rtve. In precedenza La Vanguardia aveva scritto che l’uomo era stato arrestato. Secondo la tv pubblica catalana Tv3 il killer prima di essere ucciso avrebbe gridato «Allah è grande». Si attende una conferma ufficiale da parte delle autorità catalane. L’uomo, secondo la tv pubblica Rtve, indossava una apparente cintura esplosiva, ma non è ancora chiaro se era vera o falsa come quelle dei 5 terroristi che venerdì notte hanno attaccato il lungomare di Cambrils. 

L'annuncio dell'arresto
I Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, ha arrestato Younes Abouyaaquoub, il killer di Barcellona in fuga. Lo riferisce La Vanguardia, precisando che il terrorista sarebbe stato fermato a Sant Sadurni d’Anoia. Era lui il terrorista alla guida del furgone che ha ucciso 13 persone sulla Rambla di Barcellona.

Media, killer segnalato da vicina di casa
Sul posto in azione robot e squadra artificieri
Il terrorista ucciso a una trentina di chilometri da Barcellona, che si ritiene sia Younes Abouyaaqoub, il killer della Rambla, è stato individuato grazie alla segnalazione di una vicina di casa. Lo riferisce La Vanguardia. L’uomo ha tentato di fuggire nei vigneti. La polizia ha riferito che sul posto è arrivata una squadra di artificieri che sta analizzando la scena con l’ausilio di un robot anti-bomba per valutare se la cintura esplosiva è vera.

Capo polizia, l'imam e' morto nel covo. 'I suoi resti erano lì' 
«L'imam Abdelbaki es Satty è morto nell’esplosione nel covo di Alcanar». Lo ha annunciato in conferenza stampa il capo della polizia catalana, Josep Lluis Trapero. «I resti dell’imam erano lì», ha aggiunto.
Es Satty è considerato il leader della cellula terroristica che ha colpito a Barcellona e Cambrils. Il religioso, ha precisato Trapero, è una delle due persone uccise nell’esplosione mercoledì notte del covo di Alcanar. Il secondo morto non è stato ancora formalmente identificato.