Sei in Archivio

Il caso

Rimini, una donna stuprata e il fidanzato picchiato in spiaggia

Vittima una coppia turisti polacchi. La polizia sulle tracce 4 persone

26 agosto 2017, 17:19

Rimini,  una donna stuprata e  il fidanzato picchiato in spiaggia

Lei stuprata ripetutamente da quattro uomini davanti al fidanzato, lui aggredito, picchiato e rapinato. E’ accaduto la notte scorsa sulla spiaggia di Rimini, sulla battigia del bagno 130.  La polizia di Stato in queste ore è sulle tracce di quattro persone, forse straniere. Ad essere aggredita una coppia di turisti polacchi, trasportata in ospedale.

«Il terribile episodio che si è consumato questa notte sulla spiaggia di Miramare ci sconvolge per la sua brutalità e bestialità». Con una dichiarazione l'Amministrazione Comunale, a nome dell’intera città, «esprime la totale, assoluta solidarietà e vicinanza alla ragazza vittima della violenza e a suo marito oggetto di una feroce aggressione e si rende immediatamente disponibile per ogni forma di supporto e di aiuto di cui possano avere bisogno».

«Siamo in costante contatto - aggiunge l’Amministrazione - con il Questore Maurizio Improta, che ci sta aggiornando sugli sviluppi di una vicenda che ferisce tutta la città e per la quale Rimini chiede giustizia. Rivolgiamo un appello anche ai cittadini affinchè collaborino con le forze dell’ordine segnalando ogni elemento che possa essere utile all’indagine».

Erano in vacanza a Rimini con un gruppo di connazionali dalla Polonia, alloggiati in un hotel di via Padova, e ieri era l’ultima sera di vacanza per i due giovani, di 26 anni, aggrediti la notte scorsa sulla spiaggia del bagno 130 a Miramare di Rimini. Lei è stata violentata a ripetizione da quattro uomini; lui, aggredito e colpito al capo più volte, è stato lasciato a terra svenuto. Il loro gruppo proprio questa mattina è ripartito per tornare a casa, non i due giovani, ancora ricoverati.
La coppia, quando è stata aggredita, si era probabilmente appartata da poco per un pò d’intimità sotto le stelle in un luogo poco illuminato. Erano stesi sui lettini del bagno a scambiarsi effusioni quando i quattro sono comparsi dal nulla, aggredendoli. E’ successo intono alle 4 e l’allarme è scattato quando alcuni passanti, vedendo la coppia insanguinata e sotto choc camminare sul lungomare, hanno chiamato la polizia.