Sei in Archivio

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

20 settembre 2017, 12:38

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

Non ha accettato la fine della relazione extraconiugale che aveva allacciato con un collega di lavoro. Un rifiuto trasformatosi in una vera e propria ossessione, che ha visto una 40enne reggiana perseguitare per circa 2 anni l’ex amante. Insistenti telefonate, messaggi, appostamenti sotto casa e pedinamenti, sfociati, in una circostanza, in una violenta aggressione culminata con l’accoltellamento dell’uomo.

Una storia di stalking al femminile quella in cui si sono imbattuti i carabinieri della stazione di Montecchio, il cui epilogo ha visto l’emissione, a carico della stalker, del provvedimento cautelare del divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima e del divieto di dimora nel comune di Montecchio, dove vive l’ex amante. Oltre alla denuncia per atti persecutori e lesioni personali aggravate.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, circa 3 anni fa l'uomo aveva intrattenuto per alcuni mesi una relazione extraconiugale con la collega 40enne, fino a quando aveva deciso di troncarla per provare a salvare il suo matrimonio. Una decisione avversata dalla donna che, dagli ultimi mesi del 2015, ha iniziato a perseguitarlo: pedinamenti, appostamenti sotto casa sbirciando dalle finestre, una pioggia di telefonate e messaggi (fino a circa 50 al giorno) tanto da costringerlo a cambiare anche numero di telefono. E quando ha capito che il numero era stato disattivato, la donna ha iniziato ad appostarsi di notte sotto casa dell’uomo suonando diverse volte al citofono la notte e lasciando foglietti sul parabrezza dell’auto dell’ex, su quella della moglie (scrivendo che il marito ha l’amante) e sulla cassetta postale.

Fino al 26 luglio scorso, quando la donna raggiunge l’ex in un bar del paese pretendendo che la segua fuori. Per evitare scenate, l’uomo esce e si dirige versa la macchina dove viene raggiunto dalla donna che lo colpisce a una spalla con un coltello con lama di 15 centimetri. L'uomo, sebbene ferito, riesce a salire in macchina e a dirigersi all’ospedale dove viene raggiunto e speronato dalla donna. Fino all'arrivo dei carabinieri.

Gravi episodi che hanno portato la vittima a vivere in un perdurante e grave stato d’ansia e di paura. Ieri la denuncia, e il provvedimento cautelare del divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dall'ex.