Sei in Archivio

russia

Fermata una coppia di cannibali: resti umani nel frigo

Sospettati di aver divorato fino a 30 persone in 18 anni

25 settembre 2017, 15:51

Fermata una coppia di cannibali: resti umani nel frigo

Un uomo e una donna sono stati arrestati dalla polizia nella regione di Krasnodar, in Russia, con il sospetto di aver rapito, ucciso e divorato fino a 30 persone. Lo riportano i media russi. Al momento le forze dell’ordine sono riusciti a identificare "solo" sette vittime.

La coppia - stando a Mir24 - ha ammesso che le parti umane rinvenute nel frigorifero del loro appartamento erano destinate a un «consumo successivo». La coppia potrebbe aver cominciato nel 1999.

Secondo la testata russa Life si tratta dei coniugi Baksheiev: lui, Dmitri, 35 anni, operaio, lei, 42 anni, Natalia, infermiera. La coppia risiedeva presso la foresteria dell’Istituto Superiore dell’Aeronautica Militare di Krasnodar. Stando alla testata, nel corso delle perquisizioni presso la loro abitazione gli inquirenti hanno rinvenuto una fotografia di una testa umana posizionata su un piatto e circondata da arance datata 1999 - da qui l’ipotesi che gli omicidi siano iniziati almeno da allora.

La polizia al momento non ha confermato nessuna delle indiscrezioni pubblicate dai media russi - tra queste che la coppia potrebbe essere responsabile persino di 30 omicidi - limitandosi a sottolineare che la coppia per ora ha ammesso la responsabilità di due uccisioni.