Sei in Archivio

TREVISO

Amanita phalloides tra i funghi chiodini: salvata una famiglia

Prima di mangiarli si sono rivolti all'ispettorato micologico

12 ottobre 2017, 19:39

Avrebbe potuto avere conseguenze gravissime la presenza di un gambo di Amanita phalloides nel mucchietto di chiodini raccolti da una famiglia trevigiana. Fortunatamente prima di essere consumati i funghi sono stati portati, per essere peritati, alll'Ispettorato micologico della Madonnina, a Treviso e l’esperto micologo che ha esaminato i funghi ha scoperto il fungo mortale. L’Ispettorato micologico è operativo presso «La Madonnina», in via Castellana 2, a Treviso. In Europa, annualmente, si registrano circa diecimila intossicazioni alimentari causate da funghi velenosi, mentre i casi di decessi causati da funghi mortali oscillano tra i 200 e i 300 all’anno. Le tossine contenute nelle varietà non commestibili, infatti, possono avere effetti devastanti sull'organismo, scatenare intossicazioni e reazioni allergiche molto violente e nei casi più gravi indurre la morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA