Sei in Archivio

BOLOGNA

Post su Facebook e polemiche: don Guidotti vuole incontrare la 17enne violentata

12 novembre 2017, 14:00

Post su Facebook e polemiche: don Guidotti vuole incontrare la 17enne violentata

«Sarei felicissimo di potervelo comunicare di persona, di potervi incontrare, di potervelo spiegare, e tutto il resto, faccia a faccia, occhi negli occhi». Don Lorenzo Guidotti, il prete bolognese finito nelle polemiche nei giorni scorsi per un post su Facebook su una minorenne vittima di violenza sessuale, ha risposto così, in un’intervista al programma televisivo "Le Iene", all’appello lanciato ieri dalla madre della ragazzina.
«Non avete idea - ha detto don Guidotti - quanto dispiaccia aggiungere al vostro dolore, tutto il dolore che vi sarà arrivato da questo continuo riecheggiare delle mie parole tutte sbagliate. Mi dispiace, non so come dirvelo. E spero veramente di potervelo dire mano nella mano. Ho sbagliato completamente tutte le parole, il mio obiettivo era un altro. Sono un po' come un difensore che, invece che colpire la palla, ha colpito in pieno la caviglia». 

IL POST DELLE POLEMICHE. «Mi spiace ma... Se nuoti nella vasca dei piranha non puoi lamentarti se quando esci ti manca un arto... cioè... A me sembra di sognare!! Ma dovrei provare pietà? No!! Quella la tengo per chi è veramente VITTIMA di una città amministrata di *****, non per chi vive da barbara con i barbari e poi si lamenta perché  scopre di non essere oggetto di modi civili. Chi SCEGLIE la cultura dello SBALLO lasci che si "divertano" anche gli altri...?». Queste le parole con cui don Lorenzo Guidotti aveva commentato sulla sua pagina Facebook (che non ha profilo pubblico ma solo per amici) la notizia di una 17enne che il 3 novembre ha denunciato di essere stata violentata in un vagone della stazione, dopo una serata in cui si era ubriacata.
La notizia era stata data da Radio Città del Capo ed ha creato molte polemiche. In seguito il sacerdote ha chiesto scusa per "i termini, i modi" sbagliati del suo intervento.