Sei in Archivio

Le reazioni

La sindaca di Fornovo: "Tanta paura, ma niente danni"

Il sindaco Pizzarotti "La scossa è stata sentita a Parma". Lucchi: "Abbiamo avuto paura". Anche la Protezione civile conferma: "Non ci sono segnalazioni di danni

19 novembre 2017, 16:06

La sindaca di Fornovo:

In seguito alla scossa di terremoto di magnitudo 4.4 con epicentro a Fornovo di Taro, sull'Appennino parmense, «non ci sono state segnalazioni di danni agli edifici e alle persone. C'è stata grande paura che ha spinto le persone a telefonare a Vigili del Fuoco e Carabinieri visto che oggi il Municipio è chiuso ma segnalazioni di danni non ce ne sono state». Lo ha detto, raggiunta al telefono, la sindaca di Fornovo di Taro, Emanuela Grenti.  "Abbiamo attivato le verifiche sugli edifici pubblici, scolastici, sulla casa protetta, la palestra. Ad ogni modo - ha concluso - la scossa c'è stata da poco, nell’immediato, non si registrano danni, non si registra nulla di rilevante, di evidente".

Su Parma "l'intensità" delle scosse di terremoto di magnitudo 3.3 e 4.4 con epicentro "nell’Appennino intorno a Fornovo di Taro e Varano de' Melegari" "è stata percepibile ma non di particolare rilievo al momento. Siamo in contatto con il centro regionale di protezione civile per ulteriori aggiornamenti. La situazione è in corso di monitoraggio". E’ quanto scrive, sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti.

Nessuna segnalazione di danni, al momento, a persone o cose è stata fatta in seguito alle due scosse di terremoto avvenute poco fa nel Parmense. Lo conferma il Dipartimento della protezione civile.  «A seguito degli eventi sismici registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, in provincia di Parma, alle ore 13.10 e alle ore 13.37, rispettivamente con magnitudo 3.3 e 4.4, la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile - si legge in una nota - si è messa in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di protezione civile. Dalle verifiche effettuate, gli eventi - con epicentro tra i comuni Fornovo di Taro, Varano de' Melegari e Terenzo - sono risultati avvertiti dalla popolazione, ma non sono stati segnalati al momento danni a persone o cose».

Luigi Lucchi, sindaco di Berceto, ha rilasciato la seguente dichiarazione: "S'è percepito chiaramente il terremoto. Si sono susseguite 2 scosse e la seconda ha fatto paura. Alcune crisi "isteriche". Subissato di tel. il mio cellulare. Il maresciallo dei Carabinieri chiede verifica edificio Caserma in Piazza Salvo d'Acquisto. Domani l'ing. Fochi, per conto del Comune, svolgerà diversi sopralluoghi".

Il sindaco di Fidenza, Andrea Massari, sulla sua pagina Facebook fa il punto della situazione nel suo Comune: "Alle 13.10 circa e alle 13.40  - dice Massari -in tanti abbiamo avvertito due scosse leggere di terremoto. La prima molto leggera mentre la seconda è stata avvertita di più. Le forze dell'ordine e la Polizia Municipale eseguiranno verifiche sul territorio e degli edifici pubblici. Chi avesse subito o fosse a conoscenza di situazioni di pericolo contatti i numeri dell'emergenza".

Anche i Comuni della Pedemontana, con una nota, fanno sapere che non ci sono stati danni. "Lo sciame sismico  - si  legge nella nota -  non ha fortunatamente causato danni nei comuni dell'Unione Pedemontana Parmense di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo. Nei minuti successivi alla scossa  sono stati allertati gli uomini della Protezione civile pedemontana e della Polizia Locale e si sono mobilitati i tecnici comunali che hanno effettuato i sopralluoghi negli edifici pubblici, come scuole e sedi municipali, senza registrare danni. Nessun danno a cose o persone è stato inoltre segnalato dai cittadini".