Sei in Archivio

san polo d'enza

Dipendenti di 5 Comuni a scuola di norme anticorruzione

Incontro a Barcaccia con 160 dipendenti dei municipi di Fornovo, San Polo d'Enza, Canossa, Montecchio Emilia e Bibbiano

27 novembre 2017, 18:38

Dipendenti di 5 Comuni a scuola di norme anticorruzione

Oltre 160 dipendenti dei Comuni di Fornovo, San Polo d'Enza, Canossa, Montecchio e Bibbiano hanno partecipato nei giorni scorsi a un corso su anticorruzione, trasparenza e responsabilità, che si è tenuto nel centro culturale a Barcaccia.
Il corso, che è obbligatorio per legge ed ha coinvolto tutti i dipendenti dagli operai ai dirigenti, è stato organizzato da Mariella Stefanini che è segretario comunale sia a San Polo d'Enza che a Fornovo. 

Ai dipendenti comunali, suddivisi in due diversi turni, Stefano Venturi, segretario generale del Comune di Peschiera del Garda nonché docente all’università di Verona ha spiegato gli adempimenti previsti dalla legge 190/2012 "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione" che impone alle amministrazioni pubbliche di approvare il piano triennale per la prevenzione della corruzione, nel quale evidenziare le aree organizzative a maggiore rischio di corruzione, disciplinandone regole e procedure per contrastare i fenomeni corruttivi.

Tale impegno mira a ridurre i possibili casi di corruzione e ad aumentare la capacità di individuarne i possibili casi, prevedendo nel contempo anche la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti, e la creazione di un contesto sfavorevole alla corruzione.
E’ prevista anche una norma che impone ai dipendenti pubblici in pensione che negli ultimi tre anni di servizio hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali per conto delle pubbliche amministrazioni di non svolgere nei tre anni successivi alla cessazione del rapporto di pubblico impiego attività lavorativa o professionale presso i soggetti privati destinatari dell’attività della pubblica amministrazione.