Sei in Archivio

germania

Il contabile di Auschwitz va in carcere a 96 anni

Il tribunale rigetta impugnazione: dovrà scontare 4 anni

29 novembre 2017, 18:17

Il contabile di Auschwitz va in carcere a 96 anni

Il 96enne contabile di Auschwitz,Oskar Gröning, dovrà andare in carcere per aver contribuito all’uccisione di 300.000 persone. Lo ha previsto il tribunale regionale della Bassa Sassonia, che ha rigettato l’impugnazione della difesa.

Gröning, nel 2015, era stato condannato nel processo di  Lüneburg a 4 anni di reclusione, per il suo ruolo di contabile, nel campo di concentramento di Auschwitz, dove era responsabile della raccolta del denaro dalle valigie dei deportati, che poi rimetteva in circolazione. Per decenni l’uomo era sempre riuscito a sottrarsi alla pena: la sua difesa era che non aveva ucciso nessuno direttamente.

Il tribunale d ha stabilito che «sulla base della perizia effettuata, e nonostante la sua età avanzata, l’imputato è in condizioni adeguate per sopportare la pena in carcere». La sola motivazione dell’età non è sufficiente a impedire la prigione, secondo la legislazione tedesca.