Sei in Archivio

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

13 dicembre 2017, 22:16

Fracasso (Fai):

Giovanni Fracasso, responsabile della delegazione Fai di Parma, interviene sull'esondazione del torrente Parma a Colorno, con l'acqua penetrata anche nella Reggia. Per una maggiore tutela di quest'ultima, Fracasso chiede un "intervento speciale". 

Abbiamo seguito con sgomento e preoccupazione quanto è successo a Colorno in questi giorni. Le immagini della Reggia invasa dall’acqua e dal fango sono state un violento pugno nello stomaco per tutti. Siamo fraternamente vicini alla sofferenza dei cittadini di quei territori. E alla stesso tempo siamo arrabbiati: perché ancora una volta è emersa la fragilità dei tesori artistici italiani. Colorno è incanto, bellezza, magia. E’ parte della nostra immensa storia. E di quella dell’Europa intera.
Per capire l’importanza di Colorno bisogna andare a Versailles. Due anni fa in una visita in Francia del FAI di Parma con il Prof. Mambriani fummo accolti dal Conservateur Général Yves Carlier: per lui studiare e conoscere Colorno era importante per capire e studiare meglio Versailles e le altre regge europee. Ma proprio la straordinaria bellezza di Colorno, proprio questa importanza esigono una grande tutela. Esigono un “intervento speciale”, che non può essere sostenuto solo dalla Provincia o dal Comune.

Da anni la sindaca Michela Canova si batte con tenacia per valorizzare la Reggia. Le collaboratrici di Antea – con pochi mezzi – riescono a portare oltre 30.000 visitatori l’anno. Vi sono studiosi come Bertini, Mambriani, Godi ed altri che continuano a studiare la storia della Reggia. Bisogna partire da questi “eroismi”. E’ arrivato il momento di aiutare con un grande progetto strategico gli studiosi, le istituzioni locali e i cittadini di Colorno. E’ arrivato il momento di aprire un tavolo istituzionale in cui pensare ad una nuova governance per la Reggia e attivare una programmazione di lungo periodo che porti ad ottenere un ingente sostegno finanziario. E’ vero le risorse sono scarse ma vi sono esempi virtuosi anche in Italia. Si pensi a Venaria Reale, si pensi alla rinascita della Reggia di Caserta. A Reggio Emilia arriveranno presto cospicui finanziamenti per Rivalta, la reggia che non c’è. Perché a Rivalta della prestigiosa dimora estense è rimasto poco. Siamo contenti di questo importante intervento. Per fortuna a Colorno la Reggia vi è ancora, e sarebbe necessario un intervento altrettanto cospicuo. Siamo innamorati di Colorno. E siamo testardamente convinti che è arrivata l’ora di una vera rinascita.

Giovanni Fracasso
Delegazione di Parma del FAI – Fondo Ambiente Italiano