Sei in Archivio

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

16 dicembre 2017, 14:17

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Furti al Coin: un africano arrestato e due denunciati in poche ore. Gli agenti delle Volanti hanno arrestato un senegalese che ha picchiato l'addetto alla vigilanza del negozio, favorendo la fuga del complice con la refurtiva. Poco dopo due giovani ghanesi sono stati scoperti mentre cercavano di uscire con abbigliamento non pagato per un valore di 600 euro. 

Attorno alle 17,15 di giovedì una Volante è intervenuta al Coin di via Mazzini per un furto di capi d'abbigliamento. Gli "addetti all'accoglienza" del negozio hanno sorpreso due africani. E' scattato l'allarme sonoro. Fermati sul marciapiede di via Mazzini, i due hanno aggredito un addetto del Coin, che è riuscito a trattenere soltanto uno dei due uomini. L'altro è fuggito con lo zaino in cui era stata nascosta la refurtiva. L’addetto del negozio ha riportato lesioni personali guaribili in 10 giorni. Gli agenti delle Volanti hanno arrestato N.M., 31enne senegalese richiedente asilo politico: è accusato di rapina impropria aggravata in concorso. Sono in corso le indagini per l’identificazione del complice.

Poco dopo altri due africani hanno cercato di rubare al Coin. Un 20enne e un 16enne del Ghana hanno tolto i dispositivi anti-taccheggio da diversi capi di abbigliamento, li hanno nascosti nei loro zaini e sono usciti dal negozio. A questo punto il personale di vigilanza del negozio ha chiesto ai due giovani di effettuare una verifica, scoprendo capi di abbigliamento per un valore di 600 euro circa con l'anti-taccheggio danneggiato. I due giovani sono stati denunciati dagli agenti delle Volanti con l'accusa di furto aggravato in concorso.