Sei in Archivio

news

Migranti: nuove regole fondi Ue per finanziare integrazione

20 dicembre 2017, 11:42

Migranti: nuove regole fondi Ue per finanziare integrazione
BRUXELLES - Regole più semplici e flessibili e la possibilità di finanziare attraverso i fondi Ue anche le politiche per l'integrazione dei migranti. Sono i punti principali dell'accordo raggiunto fra le istituzioni europee (Parlamento Ue, Commissione e Consiglio) per la revisione di medio termine della programmazione 2014-2020 della politica di coesione. "Un regalo di Natale in anticipo per i beneficiari" dei fondi Ue, ha definito l'intesa attraverso un tweet la commissaria Ue alla Politica regionale, Corina Cretu, che ha messo l'accento sul "taglio della burocrazia, meno vincoli per le regioni e i cittadini, un uso maggiore di opzioni con costi semplificati e la necessità di meno audit". Uno degli "obiettivi fondamentali" della revisione è anche "la semplificazione dell'uso combinato di fondi strutturali e finanziamenti del Piano Juncker", scrive la Commissione Ue in una nota. "La sfida della migrazione ha mostrato che la flessibilità negli investimenti della politica di coesione è necessaria più che mai", la nuova clausola contenuta nelle norme aggiornate "aiuterà gli Stati membri a gestire questa sfida sul lungo periodo" ha commentato Cretu. Nei prossimi mesi è atteso il via libera formale alla modifica del regolamento che si applicherà già alla programmazione in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA