Sei in Archivio

PARMA

Concerto di Fedez e il rebus delle cifre, il Comune: "Non meno di 7.500 spettatori"

02 gennaio 2018, 17:18

Concerto di Fedez e il rebus delle cifre, il Comune:

I timori c’erano: l’eventuale presenza di migliaia di fan di Fedez inferociti per non essere riusciti ad entrare in piazza Garibaldi per il momento clou del Capodanno parmigiano, vista la capienza limite di 7.815 persone, faceva paura. Non si è fortunatamente registrato nulla di tutto ciò. Ma sulle cifre c'è una discrepanza. Il numero delle presenze registrato sul display infatti, stando a quanto ha riferito il Comune, non corrispondeva a quello effettivo. E le critiche della Lega Nord che ha parlato di «costosissimo flop» sarebbero, sempre secondo il parere del Comune, ingiustificate.
«Gran parte degli spettatori - affermano in Municipio - si è presentata ai varchi di accesso alla piazza quasi all'ultimo momento, dopo le 23. Si sono formate code e per evitare colli di bottiglia e rendere più fluido l'accesso nella zona del palcoscenico la società che aveva l'incarico di gestire gli accessi ha ritenuto di non far transitare tutti gli spettatori attraverso il passaggio munito di fotocellula che consentiva il conteggio automatico degli spettatori, visualizzato anche sul display. Si è preferito procedere con i contapersone manuali. Per questo - concludono in Municipio - possiamo affermare che, sulla base delle indicazioni fornite dalla società, in piazza fossero presenti non meno di 7.500 spettatori». 

Queste notizie sono pubblicate sulla Gazzetta di Parma di oggi. Il Comune, nel pomeriggio, ha inviato una nota stampa per "porgere i più sentiti ringraziamenti a tutti coloro che hanno contribuito alla manifestazione" e per tornare sulla questione delle presenze. "Si è trattato di una festa che ha visto persone di tutte le età, tanti giovanissimi e tante famiglie, ritrovarsi nel cuore della città allo scoccare della mezzanotte - dice il Comune -. L’evento è stato reso possibile grazie all’impegno e alla professionalità dei servizi Cultura, Polizia Municipale, Mobilità e Comunicazione e a tutte le altre strutture del Comune di Parma coinvolte e alla decisiva collaborazione della Prefettura, della Questura, dei Vigili del fuoco, del personale del 118 dell’Azienda Ospedaliera, dell’AUSL, della Protezione Civile che si sono adoperati per rendere il Capodanno di Parma all’altezza delle più importanti città italiane".

La macchina organizzativa era complessa e "la cittadinanza ha dimostrato senso civico e un alto rispetto delle regole", continua il comunicato. "Per quanto riguarda i numeri dell’affluenza - si legge - si tiene a precisare che il pubblico si è riversato in piazza Garibaldi in maniera massiccia in prossimità della mezzanotte e pertanto – al fine di facilitare l’accesso delle persone che erano state perquisite e contate con i contapersone manuali alle barriere di prefiltraggio – si è consentito di accedere all’area del concerto passando anche per i corridoi laterali alla struttura che registrava automaticamente gli ingressi. Questa la ragione della discrepanza tra le persone evidenziate dal tabellone luminoso e quelle realmente presenti, che, secondo le stime, sono state circa 8.000".
Il numero massimo di presenze ammesse in piazza nella notte di Capodanno era di 7.815 persone. 

"La superficie calpestabile della piazza (esclusi i dehors, la statua di Garibaldi, l’edicola e le zone transennate) - dice ancora il comunicato - è di 5.200 metri quadri, il dato dei 5.300 spettatori è evidentemente un dato errato. Se così fosse stato, avremmo avuto circa uno spettatore per metro quadro e, di conseguenza, la piazza mezza vuota". Per il municipio le foto "testimoniano l’esatto contrario". 

Anche l'assessore alla Sicurezza Cristiano Casa ringrazia, in una nota, la polizia municipale e le forze dell'ordine "per il loro operato impeccabile, sempre presenti e attenti alla situazione, pronti a fornire informazioni ai parmigiani e ai turisti garantendo sicurezza".