Sei in Archivio

IL VINO

Epokale, lo Spätlese di Gewürztraminer della Cantina Tramin

di Andrea Grignaffini -

02 gennaio 2018, 15:44

Epokale, lo Spätlese di Gewürztraminer della Cantina Tramin

L’origine del Gewurztraminer probabilmente è germanica, ma il nome è senza dubbio legato al comune di Termeno (Tramin in tedesco), in provincia di Bolzano, dove il Traminer indicava, in tempi lontani, tutti i vini bianchi che si producevano in questa zona e fra queste varietà se ne può inserire una tipicamente locale, ovvero quella chiamata «Traminer bianco».

Infatti, il vitigno traminer ha tre manifestazioni in natura. Quello più noto e probabilmente unico corrispondente al termine «Traminer aromatico o rosa», ed è il risultato della particolare tonalità dei suoi acini giunti a maturazione. Internazionalmente riconosciuto come Gewurztraminer, grazie alla fama acquisita dai grandi vini d’Alsazia, Regione in cui trova diffusione ed elettiva affinità dalla seconda metà dell’800. Un vino giallo paglierino con nuances dorate con una trama aromatica immediatamente riconoscibile nelle note speziate di noce moscata, cannella e chiodi di garofano. Molto indicativa è la sua marcata nota floreale (petali di rose, fiori bianchi) e agrumi, stordente, fino ad essere quasi greve se da terreni troppo ricchi, data dalla sua carica di terpeni, sostanze che contraddistinguono tutti i vitigni aromatici. Il sorso è morbido, avvolgente, dotato di una lunga persistenza chiudendo con un quid di amaricante. La versione passita o da uve surmature è voluttuosamente ricca nelle sue note aromatiche di frutta matura e albicocca candita. Ora è il momento di scendere nelle profondità della terra nella miniera di Schneeberg. Qui si custodisce dal 2009 nel buio più profondo, nel silenzio più assoluto, al riparo dalle perturbazioni del mondo esterno, oltre mille bottiglie di Epokale, lo Spätlese di Gewürztraminer della Cantina Tramin.

Siamo a 2.000 metri di altitudine e 4 chilometri di profondità nel ventre della terra ancora screziata di argento, piombo e zinco, della montagna che delimita il confine tra la Val Ridanna dalla Val Passiria dove la lungimiranza e la passione di Willi Stürz ha creato il riparo perfetto per affinare le preziosissime bottiglie, vigilate dallo sguardo amorevole di Santa Barbara, protettrice dei minatori. Willi Stürz, originario di Termeno, terra di Gewürztraminer, enologo e direttore tecnico della cantina del paese, Tramin, Produttori di Termeno, molto legato al suo territorio con spirito lungimirante ha avviato un percorso enoico dedicato alla cura delle vigne e del vino con risultati encomiabili come rappresentante dei viticoltori tra i più preparati ed efficienti.