Sei in Archivio

PALERMO

Trova in casa un pezzo di hashish e lo mangia: bimba di 18 mesi fuori pericolo

La piccola ha scambiato il pezzo di droga per una caramella

04 gennaio 2018, 22:27

Trova in casa un pezzo di hashish e lo mangia: bimba di 18 mesi fuori pericolo

E’ fuori pericolo e presto lascerà il reparto di Rianimazione dell’ospedale dei bambini a Palermo la bimba di 18 mesi che ieri ha ingerito dell’hashish mentre si trovava con i genitori. Aveva scambiato la sostanza stupefacente per una caramella. «Sta meglio dopo una notte trascorsa in rianimazione - spiega il direttore sanitario Giorgio Trizzino - Dopo alcune consulenze verrà trasferita in reparto. Ancora non verrà dimessa». Il giudice del Tribunale per i Minorenni di Palermo sta esaminando la vicenda.


Sono stati i genitori a portare la bambina all’ospedale Buccheri La Ferla in via Messina Marine a Palermo, dopo essersi resi conto che la piccola aveva preso la droga e l’aveva ingerita. La bambina sarebbe rimasta sempre cosciente e dopo le prime visite è stato deciso il trasferimento ambulanza con i sanitari del 118 all’ospedale dei Bambini. I sanitari del Buccheri La Ferla hanno avvisato anche la polizia. Sono intervenuti sia gli agenti delle Volanti che personale della sezione reati contro i minori della Squadra mobile. Gli inquirenti hanno sentito i genitori per ricostruire l'accaduto. 

LA BIMBA PENSAVA FOSSE UNA CARAMELLA. La bimba avrebbe trovato il pezzettino di hashish che ha ingerito in un comodino di casa e l’avrebbe ingoiato pensando che fosse una caramella. I genitori entrambi di 28 anni, che abitano nel quartiere Brancaccio, si sono accorti subito di quello che era successo e sono andati di corsa in ospedale. I due sono stati segnalati più volte come assuntori di sostanze stupefacenti. Il papà è finito anche in carcere per rapina.
In tarda mattinata erano in casa, come hanno raccontato agli agenti della Squadra mobile. Poi d’un tratto si sono accorti che la bimba di 18 mesi masticava qualcosa. Hanno compreso subito che aveva ingerito la sostanza stupefacente. I medici del Buccheri La Ferla l’hanno stabilizzata e la piccola è rimasta sempre cosciente. Nel frattempo gli agenti sono andati in casa e hanno eseguito una perquisizione per verificare se vi fosse altra droga.
La bimba ora è ricoverata nell’ospedale Di Cristina, non è in pericolo di vita e per precauzione è ricoverata in Rianimazione. Spetterà al Tribunale per i minorenni la decisione sul destino della bimba.