Sei in Archivio

castelnovo monti

Abusi sessuali sull'amichetta che la figlia invitava a giocare: arrestato

05 gennaio 2018, 10:16

Abusi sessuali sull'amichetta che la figlia invitava a giocare: arrestato

 Avrebbe compiuto abusi sessuali sulla bambina di 10 anni che la figlia invitava a casa per giocare. E lo avrebbe fatto tutte le volte possibili, ossia quelle in cui la moglie era impegnata in faccende domestiche e non si accorgeva di quel che accadeva nella cameretta. Gravi episodi di infanzia violata, quelli portati alla luce dalle indagini dei carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Castelnovo Monti, coordinati dalla Procura reggiana, che hanno visto il sostituto titolare delle indagini – Maria Rita Pantani – richiedere ed ottenere dal GIP del tribunale di Reggio Emilia un provvedimento restrittivo di natura cautelare in carcere che ieri è stato eseguito dai carabinieri.

Con l’accusa di violenza sessuale aggravata e continuata i carabinieri hanno arrestato e portato in carcere un uomo di mezz’età residente in un comune dell’appennino reggiano. Pesanti come un macigno sono le accuse mosse nel capo di imputazione rubricato a carico dell’uomo che, da settembre a novembre dell’anno scorso, approfittando della distrazione della moglie - impegnata in faccende domestiche - dopo essere entrato nella stanza dove si trovava la vittima impegnata a giocare con la figlioletta e chiusa la porta a chiave, abusando della sua autorità di padrone di casa e di padre dell’amica che la ospitava, avrebbe costretto la bambina a subire in varie occasioni atti sessuali, in particolare a toccare le parti intime dell’uomo. Occasioni che l’uomo, stando all’accusa, si sarebbe procurato inserendosi nei giochi delle due bambine arrivando addirittura a finire sotto le coperte apparentemente per leggere storielle alle due bambine ma di fatto per abusare della piccola. La bambina ha avuto il coraggio di raccontare ai familiari cosa le succedeva e i genitori hanno denunciato i gravi episodi di abusi sessuali.