Sei in Archivio

M5s

Proto: "Mi ha contattato Grillo, sarò candidato". La replica: "Un mitomane"

Aveva tentato l'acquisto del Parma Calcio

06 gennaio 2018, 16:33

Proto:

«Poche ore fa sono stato contattato direttamente da Beppe Grillo il quale mi ha rassicurato sulla esatta presentazione e accettazione della mia candidatura alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle». Lo scrive in una nota il finanziere Alessandro Proto, passato agli onori della cronaca per aver racimolato a suo tempo quasi il 3% di Rcs Mediagroup grazie ai capitali di alcuni investitori stranieri e poi arrestato con l’accusa di manipolazione del mercato e ostacolo all’attività degli organi di vigilanza. Ma anche per aver tentato l’acquisto del Parma Calcio e per aver intermediato l’acquisto di alcune isole per conto di alcuni «Paperoni».

Nei giorni scorsi il deputato M5s Danilo Toninelli aveva escluso l’accettazione della sua candidatura viste «le tipologie di reati» da lui commesse.
Proto sostiene al contrario che correrà sotto le insegne pentastellate: «Beppe, che conosco da tempo, mi ha rassicurato su questo, concedendomi la possibilità di incontrare i vertici del M5S mercoledì a Roma. Di Maio e Toninelli dovranno farsene una ragione, a discapito delle dichiarazioni poco lusinghiere mei miei confronti. La democrazia nel Movimento c'è e ci sarà sempre fino a che ci sarà Beppe Grillo». 
«Non avevo dubbi - afferma Alessandro Proto nella sua nota - sul fatto che la candidatura fosse regolare. Lo statuto, che loro stessi hanno stipulato, parla chiaro. Ho avuto una condanna per manipolazione del mercato nel 2013, già totalmente scontata motivo per il quale la mia candidatura è assolutamente in regola».


«Nè Beppe Grillo nè altri esponenti del MoVimento 5 Stelle hanno mai contattato Alessandro Proto e mai lo contatteranno. Il personaggio in questione si conferma un mitomane a cui ci auguriamo che la stampa non dia la pubblicità e la visibilità di cui è alla ricerca». Lo rende noto l’Ufficio comunicazione del MoVimento 5 Stelle.