Sei in Archivio

IL MERCATO

Faggiano toglie Dezi dal mercato «Non si muove»

Domani sarà il giorno di Vacca al Parma:

07 gennaio 2018, 16:49

Faggiano toglie Dezi dal mercato «Non si muove»

Il ds Daniele Faggiano rompe il suo consueto silenzio (e non lo fa mai a caso) tipico dei giorni di mercato e al sito «TuttoFrosinone» ha rilasciato poche ma chiare parole: «Dezi assolutamente resta a Parma. Abbiamo fatto un investimento importante in estate, puntiamo su di lui e non andrà via». Di Dezi si era parlato all'interno di una trattativa che lo voleva proprio a Frosinone ma anche inserito in un possibile scambio con il Foggia per l'arrivo in maglia crociata di Vacca.

Che arriverà sì a Parma, probabilmente già domani alla ripresa degli allenamenti. Ma con una trattativa autonoma visto che il giocatore da tempo è in rotta con il suo club tanto che avrebbe già ottenuto la rescissione del contratto con il Foggia. Vacca dovrebbe arrivare a Parma dopo aver sottoscritto un contratto con scadenza giugno 2020. Probabile che a Foggia, ma non obbligatoriamente inserito in questa trattativa, possa andare Scaglia: l'esterno sinistro quest'anno sta giocando poco e vorrebbe cercare una sorta di rilancio personale.

Vacca come detto arriverà comunque a Parma e dovrebbe prendere il posto, nella lista degli «over», di Corapi, destinato, probabilmente anche lui da domani, al Trapani che avrebbe vinto la concorrenza di almeno altri tre o quattro club di serie C.

Nella zona esterna di sinistra il Parma potrebbe perdere anche Germoni: per lui vale lo stesso discorso fatto per Scaglia, ovvero si cerca una destinazione (Perugia?) dove possa trovare più spazio. In arrivo nei giorni scorsi si è parlato di Mazzotta mentre ieri è spuntata l'indiscrezione che riguarda Djordevic (classe '91) del Catania. Dove potrebbe finire, Ascoli permettendo, Juan Ramos, un altro giocatore che per ora non ha trovato spazio.

Capitolo attaccanti: il presidente del Perugia Massimiliano Santopadre in un'intervista al Giornale di Sicilia ha chiuso la porta alla possibile cessione di Di Carmine che il patron umbro considera «uno dei migliori attaccanti della serie B».

E dopo le incertezze di Galabinov (che non vorrebbe scendere in B) il Parma punterebbe forte su tre nomi per rinforzare l'attacco: da Matri a Coda per arrivare al giovane Cerri. Nelle ultime ore è tornato di moda il nome di Pazzini ma servirebbero condizioni eccezionali (leggi un forte incentivo all'esodo del Verona) perché si possa trattare l'attaccante. Che se dovesse invece finire a Sassuolo, darebbe il via libera alla cessione di Matri. Che piace molto al Parma, visto che con lui si potrebbe anche confermare Ceravolo (se il suo recupero sarà definitivo naturalmente). Si complica la strada che porta a Coda visto che l'attaccante ultimamente sta giocando titolare nel Benevento e soprattutto sta segnando: tre gol in due partite che hanno dato le prime due vittorie ai campani. E piace anche Cerri: c'è l'ok della Juventus (che ne detiene il cartellino) e ora bisogna parlare con il Perugia. A proposito di attaccanti: Nocciolini potrebbe trasferirsi a Livorno e sabato giocare al Tardini in amichevole contro il Parma. Sono le stranezze (oltre che le indiscrezioni) di gennaio.Red. Sport