Sei in Archivio

news

Juncker rilancia allarme, in Ue 'estrema destra non è morta'

08 gennaio 2018, 14:30

Juncker rilancia allarme, in Ue 'estrema destra non è morta'
BRUXELLES - "L'estrema destra non è morta. Non condivido l'ottimismo di quelli che, dopo le elezioni francesi e olandesi, hanno detto che il problema è stato risolto". Così il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha invitato a non abbassare la guardia contro il risorgere in Europa di movimenti estremisti xenofobi di estrema destra.   Il fenomeno, ha poi aggiunto, "deve essere combattuto ogni giorno". Nel corso di un'intervista esclusiva all'emittente belga Rtbf di cui è stata anticipata una sintesi, Juncker si è anche detto contrario, in relazione ad alcune misure adottate dal governo belga per dei sudanesi, a una politica di rimpatrio dei migranti "a tutti i costi". "   Ma se il rimpatrio si impone perchè non ci sono le condizioni per restare, allora bisogna cercare di dare corso all'operazione il più rapidamente possibile", ha precisato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA