Sei in Archivio

CONSIGLIO

A Varano nascerà la pista ciclabile

di Valentino Straser -

09 gennaio 2018, 22:26

A Varano nascerà la pista ciclabile

Via libera al bilancio di previsione finanziario del Comune di Varano Melegari, approvato con i voti della maggioranza e la contrarietà dell’opposizione.

Il confronto aperto fra maggioranza e minoranza non ha risparmiato attimi di tensione nel corso della seduta, culminati con l’abbandono dell’aula del consigliere di opposizione Luigi Bassi.

Dopo l’introduzione del sindaco di Varano Melegari, la presentazione del bilancio finanziario di previsione per il triennio 2018 – 2020 e il resoconto delle entrate previste per il 2018, è stata affidata al vice sindaco Alessandro Saglia Codeluppi.

«Il bilancio per l’anno in corso si può riassumere con una riduzione della spesa pari al 7,74% e una maggiore efficienza dei servizi, la prosecuzione del piano degli investimenti senza l’accensione di mutui, e un ulteriore calo di 255.730 di euro, riguardo al rimborso del debito nel 2018».

Praticamente costante, a partire dal 2015, è il gettito dell’ Ici-Imu-Tasi mentre riguardo l’Irpef è stata abbassata la soglia di esenzione e abbassata l’aliquota, in netta controtendenza rispetto ad altri comuni della provincia di Parma.

In merito ai debiti di finanziamento, i mutui scendono da 4.379 milioni di euro, calcolati al 31 dicembre 2017, a 4.123 milioni di euro, previsti al 31 dicembre 2018.

Il debito pro-capite si attesta a 1570,17 euro, con un coefficiente di indebitamento pari al 7,76%.

In tema di lavori pubblici, le risorse, per un totale di 1 milione e 200mila euro, saranno destinate senza accedere a prestiti alla manutenzione delle strade comunali con interventi di risanamento idrogeologico, alla manutenzione straordinaria dei cimiteri, all’efficientamento energetico della Casa protetta «G. Bonzani» (339.767,58 euro), alle opere di urbanizzazione della lottizzazione «Peschiera», alla costruzione di una pista ciclabile e alla riorganizzazione della rete fognaria per un importo di spesa di 500 mila euro.

Il consigliere di opposizione Luigi Bassi, nell’esprimere voto contrario e prima di abbandonare per qualche minuto l’aula, ha criticato le modalità di presentazione del bilancio di previsione che, ad esempio, non tiene conto della congiuntura favorevole per gli oneri di urbanizzazione, e ha giudicato «inaccettabile» l’atteggiamento della maggioranza.

Pronta la replica del sindaco Giuseppe Restiani che ha ribadito la correttezza delle procedure tecniche, amministrative ed espositive del bilancio di previsione.